Prevenzione incendi stagione 2022: pubblicata l’ordinanza

Letture: 2840

Come ogni anno in questo periodo, è stata pubblicata l’ordinanza con lo scopo di prevenire gli incendi, che potrebbero verificarsi sul territorio comunale, con l’avvicinarsi della stagione estiva.
Lavori di Taglio Erba

L’ordinanza è rivolta a tutti gli enti interessati operanti nel territorio comunale ed ai privati proprietari, possessori o conduttori a qualsiasi titolo di boschi, terreni agrari coltivati, incolti, abbandonati, prati, pascoli ed aree incolte, giardini, ecc.. a tutti i proprietari frontisti dei fondi laterali alle strade comunali e vicinali e a tutti i proprietari frontisti di aree o spazi pubblici e comunque a tutti i proprietari di terreni incolti in genere.

Viene ordinato di provvedere, entro il 30 giugno 2022 alla pulizia dei terreni, lavori di taglio della vegetazione incolta ed alla rimozione delle erbe secche e di eventuali rifiuti.

Nello specifico si dovrà provvedere alle seguenti opere a tutela del territorio:

  • Taglio della vegetazione incolta;
    taglio degli arbusti e delle sterpaglie cresciute anche impropriamente nei terreni incolti in prossimità di strade comunali e vicinali o prospicienti spazi e aree pubbliche;
    taglio delle siepi e dei rami che si protendono sul suolo pubblico.
  • E’ vietato lasciare in deposito sui terreni materiali o residui di carcasse di macchine e materiale di qualsiasi natura che possa immettere sul terreno sostanze nocive o comunque estranee alla natura del terreno stesso e tali che possano diffondersi in superficie od infiltrarsi nel sottosuolo provocando inquinamento momentaneo o duraturo;
  • E’ vietato lasciare in deposito sui terreni materiale di qualsiasi natura, ammucchiato od affastellato tale da poter divenire rifugio di animali potenzialmente portatori di malattie nei confronti dell’uomo quali ratti, cani o gatti randagi ed altri;
  • E’ fatto obbligo ad ogni proprietario di curare la superficie del proprio terreno in modo che non si formi eccessivo accumulo di sterpaglia, di sottobosco o di ramaglie e che la stessa venga accuratamente e sistematicamente pulita allo scopo di salvaguardare il territorio pubblico e privato da incendi;
  • E’ fatto obbligo ai proprietari dei fondi o chi per essi siano obbligati a tenere regolate le siepi vive in modo da non restringere o danneggiare le strade, a tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il ciglio stradale;
  • É fatto obbligo ai proprietari, ai conduttori è agli affittuari, di terreni di conservare in buono stato gli sbocchi degli scoli o delle scoline che affluiscono nei fossi o nelle cunette antistanti alle strade comunali eseguendo le operazioni di potatura e pulizia in ogni epoca in cui esse siano necessarie;
  • È fatto obbligo ai proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, ai proprietari di villette e gli amministratori di stabili con annesse aree a verde, ai responsabili di cantieri edili e stradali, ai responsabili di strutture turistiche, artigianali e commerciali con annesse aree pertinenziali, di provvedere ad effettuare i relativi interventi di pulizia a propria cura e spese dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica.

Nel periodo compreso tra il 30 giugno al 30 settembre è fatto divieto, in corrispondenza o in prossimità di terreni agricoli, aree erborate o cespugliate, nonchè lungo le strade e, in genere, in tutte le aree richiamate dall’Ordinanza, di accendere fuochi, salvo deroghe previste dalla Delibera della Giunta Regionale della Calabria e previa comunicazione al Corpo Forestale dello Stato competente per territorio.

Dal 30 Giugno al 30 Settembre è vietato anche:

  • inoltrare auto nel bosco e parcheggiare con la marmitta (specialmente se catalitica) a contatto con l’erba secca
  • accendere fuochi sugli arenili e nelle fasce dunali o rocciose retrostanti;
  • l’abbruciamento delle ristoppie e di altri residui vegetali;

Per tutti i dettagli, deroghe e sanzioni previste rimandiamo all’ordinanza n.417 del 20/04/2022 al seguente link: http://www.comune.bisignano.cs.it/OrdinN417del20_04_2022PrevIncendi.pdf

 

La viva speranza è che – in caso di trasgressori alla legge – vi siano misure punitive esemplari. Quanto visto nelle estati precedenti  basta e avanza