Piano di prevenzione contro le piene dei fiumi Duglia e Crati

Negli scorsi anni, nonostante le pressioni e le richieste agli enti preposti, il Comune si è trovato a fare fronte all’esondazione del Crati e del Duglia quasi in solitudine e con mezzi propri. I corsi d’acqua straripati hanno allagato strade, abitazioni, stalle, terreni coltivati provocando notevoli danni. Il sindaco Umile Bisignano quest’anno non vuole fare fronte all’emergenza ma mettere in cantiere ogni utile iniziativa finalizzata a prevenire il peggio. Così è stato siglato un accordo di intervento con il Consorzio di bonifica col quale il Municipio ha instaurato un proficuo rapporto. Chiesta ed ottenuta dalla Provincia l’autorizzazione per il Duglia, i lavori sono già iniziati. Ora il Comune e Consorzio hanno inoltrato richiesta d’autorizzazione anche per gli interventi sul Crati. Gli accordi prevedono che il Comune di Bisignano metta a disposizione il carburante necessario mentre il Consorzio gli uomini ed i mezzi. I progetti relativi agli interventi sono stati realizzati dall’Ufficio tecnico municipale. Al contrario del Duglia, gli interventi che interessano il fiume Crati sono di ben altra portata ed il solo sforzo dell’accordo potrebbe non bastare. Così, il sindaco Umile Bisignano ha chiesto ed ottenuto un incontro con l’assessore regionale ai lavori pubblici, Pino Gentile, al quale ha prospettato gli sforzi messi in cantiere che potrebbero essere vanificati se la pulitura non dovesse essere completa. Da qui la richiesta di un aiuto economico. L’assessore Gentile, dice il sindaco Bisignano, “come al solito ha ascoltato con interesse le richieste e si è impegnato a cercare, fra le pieghe del bilancio, una somma che vada a completare gli sforzi già in cantiere”. Il sindaco ringrazia l’assessore Gentile e l’intera amministrazione regionale “Per come sta venendo puntualmente incontro ai problemi prospettati non facendo venire meno appoggio e sostegno”.

Umile Bisignano ringrazia altresì i vertici del Consorzio di bonifica per il “lavoro egregio che stanno compiendo, funzione importante ed indispensabile”. I lavori di pulitura e rafforzamento degli argini che si andranno a fare dovrebbero garantire sicurezza alle attività agricole vicine ai corsi d’acqua e alle stesse abitazioni civili.

Rino Giovinco
su: Gazzetta del Sud

3 Commenti

  1. “Umile Bisignano ringrazia altresì i vertici del Consorzio di bonifica per il “lavoro egregio che stanno compiendo, funzione importante ed indispensabile”. Aggiungerei anche l’impegno “proficuo” fra Comune e Consorzio! Inoltre, un grazie incommisurato per i lavori realizzati con un’altra convenzione Comune- Consorzio sulla direttrice di Fria Nord, con la costruzione di un opera di bonifica lungo un tratto della viabilità comunale di alta ingegneria idraulica. (Recarsi nella località bisignanese per ammirare l’opera incommisurabile e per maggiori delucidazioni in merito chiedere ai nostri illustri amministratori).

  2. Comitato Civico “Per la modifica della L. R. 11/2003 in materia di bonifica”
    Sei stanco di ricevere cartelle di pagamento da Equitalia inerente al tributo di bonifica nelle zone cosiddette “asciutte” senza ricevere nessun beneficio dall’ente Consorzio di Bonifica dei Bacini Meridionali del Cosentino?
    Sei stufo di inoltrare ricorsi alla Commissione Tributaria per contestare un ingiusto tributo da pagare “ai soli fini istituzionali” (come recita il comma 1, lettera A, della Legge Regionale 11/2003) senza avere la certezza dell’accoglimento dello stesso e aspettando tempi lunghissimi nell’eventualità di una sentenza a tuo favore?
    Ti sei seccato di continuare a pagare 35 euro per ogni ettaro del tuo terreno asciutto risultante anche impervio, dissestato, privo di una viabilità interpoderale, spesso classificato come macchia mediterranea e senza alcun servizio mai erogato dal Consorzio di Bonifica a salvaguardia del territorio rurale nel corso degli anni?
    In futuro vuoi cambiare il destino delle tue tasche e non pagare più tributi ingiusti come quello imposto dalla Legge Regionale 11/2003 al comma 1, lettera A, (per i tributi imposti nelle zone classificate “asciutte” a soli fini istituzionali)?
    Per ulteriori informazioni consulta il sito ufficiale http://www.comitatocontributibonifica.webnode.it

  3. questa ulteriore iniziativa è la dimostrazione ennesima
    di come l’attuale amministrazione tenga in considerazione i cittadini e il territorio di Bisignano. c’era necessità di glorificare e legittimare ancora un ente stracotto e mangiasoldi come il consorzio di bonifca?
    e perché il sindaco non la smette di ringraziare per ogni passo che fa Pino Gentile?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here