Piano delle alienazioni: polemiche in consiglio

In quattro ore di proficua discussione il consiglio comunale di Bisignano ha approvato, all’unanimità, tutti gli argomenti posti all’odg, tranne il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari che è passato con il voto della maggioranza, mentre tutti i gruppi di opposizione hanno votato contro. Prima di dare inizio ai lavori, il Consiglio ha ricordato la figura dell’avvocato Raffaele Barone, recentemente scomparso. Il Consiglio ha altresì, formulato gli auguri di pieno successo a “Bisignano in movimento”, la nuova associazione politico-culturale presieduta dal giovane consigliere comunale Lucantonio Nicoletti. Il Consiglio ha preso atto della nomina della dottoressa Maria Teresa Albano alla carica di revisore unico dei conti dopo che i colleghi Zucchi e Madeo hanno rinunciato per motivi personali.

Il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari è stato l’argomento che ha suscitato un’accesa discussione che ha visto la partecipazione attenta ed appassionata dei consiglieri Francesco Fucile, Francesco Lo Giudice, Roberto Cairo e Lucantonio Nicoletti per l’opposizione e di Damiano Grispo, Umile Maiuri e Mario Umile d’Alessandro per la maggioranza. In particolare, Fucile ha chiesto di mettere ai voti la proposta di destinare buona parte dei proventi dell’eventuale vendita di beni immobiliari (mercato coperto e terreni) alla soluzione delle problematica dei rifiuti solidi urbani, proposta che è stata respinta dalla maggioranza. Gli altri consiglieri di opposizione hanno criticato il Piano delle alienazioni sostenendo che l’iniziativa mira ad impoverire il patrimonio comunale.

A tutti gli interventi ha replicato il sindaco che ha difeso il Piano delle alienazioni preparato dalla giunta che mira non già ad impoverire il patrimonio immobiliare del Comune, bensì a valorizzare immobili fatiscenti e obsoleti, ormai senza alcun valore.
La politica dell’attuale maggioranza, ha affermato il sindaco, opera per arricchire il patrimonio immobiliare comunale e lo dimostra l’acquisto di ben dieci case private che il Comune assegnerà ad altrettante famiglie bisognose.
Anche l’applicazione della nuova tassa Tares è stata oggetto di animate discussioni. Infine il Consiglio, all’unanimità, ha approvato il regolamento sulla videosorveglianza.

Mario Guido
su: Gazzetta del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here