Petizione popolare contro la piattaforma rifiuti

Parte dal comitato civico spontaneo una petizione popolare per ribadire il proprio no alla piattaforma tecnologica dei rifiuti. I cittadini, così, hanno iniziato una raccolta firme da inoltrare ai sindaci della valle Crati, ai presidenti di Provincia e Regione, e al Ministro dell’Ambiente, per ribadire la propria contrarietà all’impianto che dovrebbe sorgere in territorio bisignanese. Nel testo redatto, i membri del comitato affermano:«Chiediamo agli enti preposti di sospendere e revocare tutte le procedure amministrative in essere, a tutti i livelli burocratico-amministrativi, finalizzate alla costruzione di una piattaforma tecnologica di raccolta, smistamento e trattatmento rifiuti nel territorio della valle del Crati, poiché tale impianto per le dimensione, per le tecnologie utilizzate e per le caratteristiche del sito prescelto non garantisce la salute, la sicurezza e le attività produttive dei cittadini e non risolverebbe comunque il problema dei rifiuti». Così, i cittadini hanno iniziato la petizione, con punti di raccolto in varie zone del centro storico. I membri del comitato ricordano:«Il territorio di Bisignano e tutta la valle del Crati sono un territorio densamente abitato anche nelle zone rurali e con una vocazione prevalentemente agricola. Quesro impianto sarebbe la morte certa dell’economia già fragile di questi territori. Questo impianto non appartiene alla storia di Bisignano e della valle del Crati – la chiusura finale – non appartiene al nostro presente e non vogliamo che appartenga al nostro futuro e a quello delle future generazioni».

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here