Paglialonga protagonista

Letture: 3071

Si è tenuto nelle giornate di sabato 17 e domenica 18 maggio il tradizionale concorso ippico presso la scuola di equitazione “Paglialonga” di Bisignano sotto l’organizzazione della famiglia Boscarelli e di M.me Marie Anne Depraetere, show director dell’evento sportivo che ha richiamato numerosi appassionati dell’equitazione da tutta la regione.
Il concorso, riconosciuto dalla F.I.S.E e approvato dal Comitato Regionale Calabria e che ha visto i partecipanti cimentarsi nelle varie discipline equestri, è uno dei tanti che durante tutto l’anno vengono organizzati come da calendario dal centro ippico “Paglialonga”.
Cosa da notare è tuttavia che in questa occasione l’evento sportivo è stato scandito dall’essere dedicato a due appassionati di ippica ormai scomparsi: la principessa Pia di Fasanella d’Amore di Ruffano, Dama di onore e devozione del Sovrano Militare Ordine di Malta, moglie del principe Rosalbino di Fasanella d’Amore di Ruffano, e il nobile Demetrio Baffa Trasci, grandissimo amante del mondo dell’equitazione e ottimo cavallerizzo.
Tra tutti i partecipanti del concorso alla migliore amazzone e al migliore cavaliere sono andati due premi ulteriori offerti dalle famiglie che hanno voluto così ricordare la passione dei loro cari per un mondo – quello dell’equitazione – nel quale agonismo ed eleganza sembrano ancora unirsi in una disciplina d’altri tempi e che però proprio recentemente sta assistendo ad una riscoperta anche da parte dei giovanissimi.
Il premio “Pia di Fasanella d’Amore” alla migliore amazzone, è stato aggiudicato in questa occasione dalla catanzarese Luciana Morelli, premiata dal principe Rosalbino, marito della scomparsa principessa.
Il premio al miglior cavaliere “Demetrio Baffa Trasci” è andato, invece, ad Alfredo Argento, tra i migliori cavalieri calabresi contemporanei, premiato dall’omonimo nipote Nob. Demetrio Baffa Trasci Amalfitani.
Sarà, inoltre, proprio il cavaliere premiato Alfredo Argento, a gareggiare tra il 22 e il 25 a Roma nell’82° edizione del prestigioso evento di Piazza di Siena, che dal 2003 è entrato a far parte del circuito F.E.I. che unisce gli otto migliori concorsi internazionali ufficiali di salto ad ostacoli, confermando l’evento romano nell’elite dell’equitazione mondiale.

COMUNICATO STAMPA PAGLIALONGA