Padre Bramuglia: Rientra la reliquia di Sant’Umile

Fervono gli ultimi preparativi nella città cratense, impressionata dalla fede e dalle emozioni religiose che solo Sant’Umile, in questa terra, può regalare ai numerosi credenti. I bisignanesi contano le ore che oggi li separano dalle funzioni religiose e soprattutto dal ritorno in città di una reliquia appartenente al secondo Santo di Calabria. Come già annunciato in precedenza, un frammento dell’abito indossato da Sant’Umile farà ritorno nella sua terra natia e il tutto sarà degnamente celebrato. Un evento ancora più sentito, dunque, allo stato attuale, con un convento alla ricerca di tempi migliori, attendendo novità sui lavori di definitivo ripristino.

Questo pomeriggio, però, ci sarà spazio solo per la devozione e la fede, ed è Padre Francesco Bramuglia ad aprire le porte del convento per spiegare la valenza dell’avvenimento. «Avremo una reliquia di un frammento dell’abito di Sant’ Umile – ha affermato Padre Francesco – ed è una reliquia che era stata mandata nel nostro convento di Bocchigliero, per le cause di canonizzazione, in modo da farne iniziare il culto.

Abbiamo scoperto dal sito internet del comune di Bocchigliero la notizia di questa reliquia e, dopo aver verificato l’effettiva realtà di tutto ciò, abbiamo immediatamente chiesto la disponibilità all’arcivescovo di Rossano – Cariati, mons. Santo Marcianò, che è venuto incontro alle nostre richieste». Sarà, dunque, una manifestazione religiosa tutta da vivere, con Padre Bramuglia che elenca il programma della giornata:«Alle ore 17 partiremo dal piazzale di Giardini, con un pellegrinaggio verso il convento che ospiterà anche un centinaio di persone da Bocchigliero, compreso don Agostino Di Natale. Insieme a Marcianò ci ritroveremo all’interno del chiosco del convento, già adibito per accogliere tutti i fedeli, dove avverrà la celebrazione e la consegna della reliquia. C’è già il reliquiario, il primo realizzato secondo il programma di restauro della cappella e in futuro la reliquia ne farà parte».

Infine, Padre Bramuglia invita tutti all’avvenimento religioso e in particolare rivolge un ultimo appello:«L’invito è rivolto anche al presidente della Provincia, al Prefetto, e al presidente della Regione, anche per vedere l’attuale situazione di tutto il convento».

Massimo Maneggio

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here