Operazione “Arsenico”, le reazioni delle opposizioni

Letture: 671
R&B Sport

Opposizioni a vario titolo sono intervenute, in primis Stefania Bisignano:”I bravi guagliuni di Energia per le menzogne” dicevano continuamente che erano pieni di debiti a causa della precedente amministrazione.
Fra l’altro non si capisce a che titolo liquidavano le fatture che la Consuleco puntualmente inviava, visto l’assenza totale di qualsiasi forma contrattuale ed i tanti contenziosi tra le parti (alcuni già andati in conclusione con esito favorevole al nostro Comune)!”
Aggiunge il Meetup locale, anche dopo l’interrogazione di qualche tempo fa dell.on Milicchio:”Anche l ’ agricoltura bisignanese ha avuto un danno di immagine non indifferente.arà pure compito della magistratura accertare le responsabilità personali degli indagati, ma l’ Amministrazione comunale ha il dovere di agire in via precauzionale per salvaguardare salute ed ambiente del nostro territorio: L’INTERA COMUNITA’ BISIGNANESE LO CHIEDE. Non ha più senso nemmeno il contenuto della determinazione n. 59 del 5/2/2020, con cui il Comune paga alla Consuleco srl “la manutenzione ordinaria e straordinaria puntuale di tutti gli impianti, compresi quelli di proprietà Comunale, nonché la relativa conduzione in cambio della disponibilità del terreno di proprietà del Comune” e ciò fino al 15 marzo 2020.
Ci chiediamo come ora la Consuleco SrL possa garantire tale manutenzione e conduzione mettendo a disposizione quota parte dei suoi impianti di proprietà se questi sono stati sottoposti a sequestro giudiziario per i reati che vengono contestati a seguito delle indagini”.

Anche il Pd di Luzzi col segretario Michele Leone interviene: “Il Mucone è un fiume che realizza il confine naturale tra i comuni di Bisignano e Luzzi e quindi entrambi competenti territorialmente. Nell’ agosto 2018 insieme anche al consigliere comunale di Bisignano Francesco Fucile, feci anche io come cittadino e come rappresentante politico una denuncia con un comunicato stampa, per evidenziare lo stato di inquinamento delle acque, documentate con video e foto, esortando le amministrazioni dei due comuni a prendere provvedimenti. Su questo, dobbiamo registrare da parte dell’ amministrazione del nostro comune di Luzzi una totale assenza, e silenzio, su una questione che investe direttamente la salute pubblica e quindi le competenze del Sindaco”.