Nota di Franco Morelli dopo la visita a Palazzo Campanella di studenti di varie nazionalità europee

Palazzo_Campanella Nota di Franco Morelli dopo la visita a Palazzo Campanella di studenti di varie nazionalità europee
Il palazzo Campanella, è un importante edificio di Reggio Calabria, sede del Consiglio Regionale della Calabria.

In occasione della visita a Palazzo Campanella di un folto gruppo di studenti di varie nazionalità europee, ospiti dell’Istituto superiore “Enzo Siciliano” di Bisignano, (CS),  il consigliere regionale di An-Pdl, Franco Morelli, si sofferma sul valore di questa iniziativa che si inserisce nel contesto della produttiva attività promossa dalla scuola superiore cosentina.

“L’Istituto “Enzo Siciliano” di Bisignano è una realtà – sostiene Franco Morelli – che si pone in un settore strategico come quello della scuola, sempre più come collante progettuale, sia a livello transazionale che internazionale.
Lo scambio culturale, l’aggregazione e la visita, che ha visto fortemente interessati presso la massima assise regionale, numerosi studenti europei, sintetizza al meglio quel senso di multiculturalità che nell’ambito della globalizzazione, seppur nel rispetto delle idee, delle tradizioni e delle proprie radici, deve permeare il presente dei nostri giovani, e fare del collante vero della cultura un potente motore di sviluppo. La povertà della conoscenza  – ha ricordato Morelli – è l’anticamera della povertà economica. Una prospettiva che la Calabria ha sempre rifiutato, ma che oggi deve rappresentare la sfida più alta nella quale ciascuno di noi è chiamato ad impegnarsi”.

“Vedere, ammirati, a Palazzo Campanella, giovani provenienti da Polonia, Turchia, Slovacchia, Bulgaria e Romania, orgogliosamente accompagnati dai ragazzi calabresi, nella scoperta dei “valori” democratici, storici e culturali di questa istituzione, è stata per me una intensa esperienza sia sotto il profilo personale che politico. Spero, che scambi di questo tipo – conclude Morelli – proseguano con regolarità, come elemento di ulteriore ricchezza alla crescita dei nostri giovani”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here