Nicoletti e Perri plaudono al “Movimento popolare”

Letture: 2021

Che sia giunto politicamente il momento dei giovani? Difficile dirlo, anche se l’iniziativa del “Movimento popolare” sembra aver spostato l’ago della bilancia sulle nuove generazioni, chiamate ora a uno scattoPerri (Pd) - Fusaro (Mp) - Nicoletti (Bim) per non rimanere delle promesse e poco più. La politica bisignanese, infatti, non attraversa il suo miglior momento, e tra la gente il malcontento per l’operato nel Consiglio comunale, da ambedue le fazioni, cresce sempre più: togliendo qualche elemento, da una parte e dall’altra, il resto non ha soddisfatto proprio la città. Tra i giovani, quindi, ecco emergere qualche voce che supporta l’iniziativa del “Movimento popolare”, come nel caso del presidente di “Bisignano in movimento”, Lucantonio Nicoletti: «Finalmente sul territorio è giunto un movimento come il nostro, ovvero che punta al cambiamento. A quanto pare, abbiamo gli stessi obiettivi, riscontriamo interlocutori validi che puntano al bene e al futuro di Bisignano. Tutto ciò segue una scia che abbiamo iniziato, e gli auguriamo le migliori fortune in quanto hanno già sbloccato una fase di stasi cittadina, come ha fatto anche qualche giorno fa il Pd. L’entusiasmo è condivisibile: chi ci mette la faccia non è più da solo, da qui può nascere un progetto serio. Basta col totocandidati, sì alle novità». Chiamato in causa, il Pd con il segretario Perri ha aggiunto: «Desidero esprimere il mio più sincero in bocca al lupo al nuovo movimento politico nato a Bisignano, al suo presidente  Graziano Fusaro  al quale mi lega un forte sentimento di amicizia e stima, al coordinatore Francesco Chiaravalle e al tutto il nuovo gruppo dirigente. Non c’è dubbio che le idee e le ambizioni del nuovo soggetto politico coincidono pienamente con quelle del Partito democratico che a Bisignano mi onori di guidare. I prossimi mesi saranno difficilissimi il dibattito politico dovrà incentrarsi sulle numerose problematiche che affliggono il nostro paese. Nei prossimi giorni avremo sicuramente modo di iniziare a discutere sul futuro del nostro paese».

 

masman