Nicoletti ad Algieri: “In politica non bisogna avere memoria corta”

— riceviamo e pubblichiamo la replica di Lucantonio Nicoletti ad Andrea Algieri —

Nicoletti ad Algieri: in politica non bisogna avere la memoria corta.

nicoletti2 Nicoletti ad Algieri: "In politica non bisogna avere memoria corta"

Sono alquanto contento del dibattito che è scaturito in questi giorni dalle dichiarazioni rese dall’ex assessore ai lavori pubblici Andrea Algieri, perchè sono convinto che la politica sia fatta di confronto e di scambio di opinioni, anche se diverse fra loro.

Tengo a sottolineare che se per lui questa poteva essere una “piccola ed inutile polemica”, da parte mia si è trattato solo ed esclusivamente di piccole ma doverose precisazioni che, alla luce dei fatti, non sono state capite o ben lette: il mio ruolo di semplice Consigliere, senza alcuna delega, non si è limitato a delle segnalazioni, ma la mia costante pressione presso gli uffici preposti, come già detto,  ha portato ad una serie di interventi ordinari e straordinari per quanto riguarda la viabilità sia a monte che a valle nel territorio di Bisignano; inoltre, il mio interessamento fin dal primo momento alla questione del quadrivia sulla provinciale SP234 ha portato, non solo alla realizzazione della segnaletica orizzontale, ma alla fase preliminare per la progettazione della rotonda in quel punto; il mio interessamento per l’autonomia scolastica ha portato, inoltre, ad un risultato tangibile per l’istituto Enzo Siciliano (risultato avversato anche da chi dice di tenere al nostro territorio), giusto per dirne alcune!

Per quanto riguarda il voto ponderato ricevuto alle scorse elezioni provinciali dal Consigliere Algieri, e tanto declamato, voglio solo precisare che non ha sicuramente determinato l’inizio di una “favola”, ma solo una strada fatta di costante impegno e di umiltà: la vera favola forse ha avuto inizio nel 2006, quando da una strana tornata elettorale, qualcuno cominciò la sua “fiaba”, mentre per i Bisignanesi iniziò un triste incubo.

Rimango perplesso, inoltre, quando leggo di poca incisività del mio impegno nell’ente provinciale: un ente ormai svilito nelle funzioni e nelle disponibilità finanziarie, in cui, ribadisco, non ho deleghe o incarichi amministrativi!

Come dovrebbero giudicare allora i bisignanesi i risultati ottenuti dall’ex Assessore ai lavori pubblici Algieri che in ben 7 anni avrebbe potuto accendere, davvero, quelle luci e illuminare quelle strade (SP 234 e SP 239) e anche tante altre???

Come si fa a chiedere ad altri di realizzare quello che lui stesso avrebbe potuto (dovuto) fare nel lungo periodo in cui ha avuto una postazione di comando al nostro Comune?

Ancora a proposito di incisività, ipocrisia e doveri: vorrei sapere, a questo punto, quante opere pubbliche sono state portate a termine in sette anni dall’ex Assessore ai lavori pubblici?

Quali miglioramenti sono stati apportati alle strutture sportive nel periodo in cui ha detenuto la delega allo Sport (Stadio Comunale, Palazzetto dello Sport, campetti comunali etc etc)? Noi ricordiamo solo la (s)vendita della piscina e dei campi da tennis, che invece di servire a fare le migliorie promesse, è servita solo a fare cassa!

Che a qualcuno piaccia o no io sono sempre stato dalla stessa parte, collaborando quando era giusto farlo e opponendomi senza mezze misure quando era necessario, cosa che non tutti possono dire!

Talvolta è facile (s)parlare quando si ha la memoria corta!

Concludo ribadendo la mia totale apertura a tutte le critiche propositive e motivate, rimandando però al mittente qualsiasi tono arrogante, in quanto nessuno può intimare il silenzio ad altri in un civile dibattito politico che deve essere sempre rispettoso dei modi e delle persone.

Ritengo definitivamente esaurita la questione che, per quanto mi riguarda, è solo una perdita di tempo per chi è abituato, come me, a lavorare umilmente per il proprio territorio.

 

Consigliere Provinciale

Nicoletti Lucantonio

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here