‘Ndrangheta: sequestrati beni per 8 milioni

La Direzione Investigativa Antimafia di Reggio Calabria ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione – nei confronti di Vincenzo Verterano, 46enne, nato Torino ma da famiglia di origine calabrese, per un valore complessivo di oltre 8 milioni di Euro. Il provvedimento odierno è stato emesso a seguito di una lunga e complessa serie di accertamenti patrimoniali svolti dal Centro Operativo D.I.A. di Reggio Calabria, compendiati in una esaustiva proposta di misura di prevenzione, a firma del Direttore della D.I.A, Generale dei Carabinieri Antonio Girone nella quale è stato ricostruito in modo certosino il complesso dei beni mobili ed immobili e delle aziende riconducibile al Verterano, incompatibili con i redditi dichiarati da quest’ultimo.

 In particolare sono stati sottoposti a sequestro: due aziende (di cui una società di capitali ed una ditta individuale) operanti nel settore “autodemolizione” con sede in Torino, 10 unità immobiliari, tra cui appartamenti, autorimesse e fabbricati a destinazione commerciale ed abitativo ubicati a Torino, Borgaro Torinese (TO), Villadeati (AL) e Marina di Gioiosa Jonica (RC) nonché rapporti bancari ed assicurativi, per un valore quantificabile complessivamente in 8 milioni di euro.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here