Muore in ospedale a Cosenza dopo TSO. Parenti distruggono il reparto

1761

Momenti di tensione, stamane, all’ospedale di Cosenza. Nella notte un giovane di etnia rom, sottoposto a un trattamento sanitario obbligatorio, è deceduto per cause in corso di accertamento. Nel reparto di psichiatria sono poi arrivati parenti e amici del paziente, che, in forte stato di agitazione, hanno distrutto alcune suppellettili. È stato, perciò, necessario l’intervento delle forze dell’ordine. Sul caso indagano i carabinieri.

Fonte: Corriere della Calabria