Morto Renzo Gabriele telegrafista calabrese del Duce

Letture: 1885

duce

Si è spento ad 83 anni nella sua casa di Rogliano, noto centro del cosentino, Renzo Gabriele, l’ultimo telegrafista di Mussolini. Dal settembre ’43 all’aprile  del ’45 lavorò nell’ufficio postale della segreteria personale del Duce a Bogliacco sul lago di Como, al piano terra di palazzo Bettoni sede della presidenza del consiglio.

A diciotto anni, nel pieno del conflitto bellico, Renzo Gabriele partì per il servizio militare di leva. Fu destinato, prima a Pistoia, con le mansioni di radiotelegrafista, poi a Brescia, dove frequentò la scuola militare. Alla scuola bresciana il quartiere generale di Mussolini chiese un telegrafista in grado di svolgere compiti di estrema delicatezza. La scelta cadde sul soldato calabrese che, ben presto, guadagnò la fiducia dei suoi superiori e la simpatia dello stesso Mussolini. Nel dopoguerra, Gabriele fu direttore dell’ufficio postale di Rogliano e di Cosenza. Con altri fondò, nel suo paese, la sezione del Msi. Fu sindacalista nazionale della Cisnal Poste e Telecomunicazioni.