Mongrassano rinasce: vi raccontiamo la festa che non c’è

Letture: 2950

Riceviamo e pubblichiamo dal gruppo “Mongrassano Rinasce”

Cari Cittadini, vi portiamo a conoscenza di una riprovevole vicenda appartenente alla gestione comunale dei nostri Amm.ri e che è legata al famoso progetto Murales, attraverso anche la pubblicazione di alcuni documenti che vi chiariranno la gravità di tale situazione.

Basta leggere con un minimo di attenzione questi atti, partendo dall’estratto del verbale del Consiglio Comunale del 10/10/2022, proseguendo con la richiesta della Minoranza di annullare la determina N° 143 per poi finire alla risposta del Vicesindaco, responsabile anche del settore Amm.vo, per rendersi conto di quale sia il loro modo di operare.

Dall’incastro di questi tre documenti emergono inevitabili riflessioni che noi abbiamo fatto e che vogliamo esternare attraverso questa lettera.

Innanzitutto ci sono voluti trenta giorni per rispondere e dare un’altra versione alla questione in discussione, che dalla risposta del Vicesindaco Giuseppe Sacco, risulta opposta a quella emersa in consiglio comunale, come viene appunto dichiarato dal Capogruppo di maggioranza Oscar Stancati e riportato nel verbale del suddetto consiglio.

Quando il consigliere Stancati, durante il suddetto consiglio, rispondeva alla domanda fatta dalla minoranza, che chiedeva se si fosse tenuta la serata musicale prevista nel programma del progetto dei murales e in quale data, come riportato sul verbale, lui rispondeva: “…che la serata musicale è stata realizzata nella stessa sera che c’è stata la manifestazione…” continuando che è stato molto soddisfatto della partecipazione della popolazione e che se la minoranza avesse partecipato avrebbe visto come ciò è avvenuto.

Sulla partecipazione della popolazione ci sarebbe anche da dire, dopo aver visto le foto e i video postati sui profili facebook degli Amm.ri, che mostrano un numero esiguo di partecipanti (ma lasciamo ciò al giudizio della gente). Invece, sulle dichiarazioni divergenti tra il Vicesindaco e il Capogruppo di maggioranza c’è molto da discutere.

Riteniamo gravissimo l’atteggiamento di entrambi, pur rivestendo un ruolo istituzionale, nella sede istituzionale per eccellenza, dove si dibattono e decidono le sorti della nostra Comunità (il Consiglio Comunale), dove il Capogruppo Oscar Stancati risponde alla minoranza con clamorose bugie che non sono state smentite neppure da chi gli stava a fianco, ovvero Il Vicesindaco Giuseppe Sacco, che a distanza di trenta giorni risponde per iscritto alla minoranza, asserendo il contrario di quanto detto da Stancati in Consiglio, cercando di arrampicarsi sugli specchi parlando di fantomatiche prove del gruppo musicale, dimenticando che in una grande piazza ciò che si fa, diventa visibile, e da ciò che affermano i presenti nessuna prova è stata fatta. Nessun riferimento è stato fatto a riguardo della liquidazione al 50% del compenso stabilito al gruppo musicale nella determina n ° 143 e comunque anche se fosse, tali informazioni nel consiglio del 10 ottobre 2022 sono state omesse.

Pertanto sappiamo tutti che la serata musicale non si è tenuta, e al di là della cifra economica, siamo di fronte ad un contesto e ad un comportamento dove pubblicamente si raccontano, in modo palese, bugie, sapendo di raccontarle;

inoltre aggiungiamo ancora, che ci sentiamo di rimandare al mittente le accuse di Stancati, che ammonendo la minoranza di non aver partecipato alla manifestazione, si è persa l’opportunità di vedere anche la serata musicale, dimostrando o che neppure lui lo abbia fatto, visto che non sapeva che non si fosse tenuta, o che le BUGIE sono una pratica all’ordine del giorno.

E da tutta questa messa in scena traspare chiaramente superficialità, mancanza di serietà e soprattutto mancanza di rispetto, non tanto verso la minoranza, ma verso l’intera Comunità.

CARI CONCITTADINI, A VOI LE CONCLUSIONI

In allegato, verbale, richiesta dei consiglieri e risposta ricevuta