Magarò a Cervicati: La legalità un elemento da cui non si puo’ prescindere

Letture: 7592

Salvatore Magarò, Presidente della Commissione contro la ‘ndrangheta, ha partecipato questa mattina a Cervicati, in provincia di Cosenza, alla Cerimonia di intitolazione di una strada in memoria dei Caduti di Nassirya, alla presenza del Prefetto Raffaele Cannizzaro, di Monsignor Leonardo Bonanno, Vescovo di San Marco-Scalea, e del colonnello Francesco Ferace, Comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza.

La manifestazione è stata introdotta dal sindaco di Cervicati Massimiliano Barci. Nel corso del suo intervento Magarò ha tra l’altro affermato: «La legalità è un elemento da cui non si può prescindere per rilanciare la nostra regione e garantire un futuro ai nostri giovani. Senza legalità, intesa non solamente come rispetto delle norme, ma come pratica quotidiana di rispetto e di civile convivenza, non può esserci sviluppo.

L’infiltrazione della criminalità organizzata nel tessuto economico e sociale calabrese, ha bloccato il processo di crescita di un territorio che pure è ricco di risorse, dispone di forti potenzialità e può contare sui tanti talenti e le tante intelligenze fresche e cariche di speranze che si formano nelle nostre università.

Per questo dobbiamo impegnarci senza sosta, politici e rappresentanti istituzionali, docenti e studenti, laici e sacerdoti, semplici cittadini, per debellare la malapianta, perché condannare la ‘ndrangheta alla sconfitta è la principale e più importante riforma strutturale che possiamo attuare in Calabria e nel Paese».

Al termine della cerimonia è stata affissa la targa recante la dicitura “Qui la ‘ndrangheta non entra” sul portone di ingresso del Municipio.

15 giugno 2012