Luzzi: Si dimette il sindaco Manfredo Tedesco

manfredo-tedesco-237x300 Luzzi: Si dimette il sindaco Manfredo Tedesco

Il sindaco Manfredo Tedesco lascia la poltrona da primo cittadino: la decisione è stata presa nel consiglio comunale di venerdì sera, con un gesto quasi a sorpresa. La maggioranza, infatti, riunitasi pochi giorni prima, non aveva minimamente sospettato le intenzioni del primo cittadino, anche se il gesto di Tedesco è servito a scuotere gli animi politici. Le dimissioni hanno una chiave di lettura e un monito all’operato di Cesare Guccione, Assessore al Bilancio, nonché capogruppo consiliare Pd in giunta. Proprio dal Partito Democratico si possono ritrovare più spunti in queste dimissioni, con la divisione nel partito locale tra chi vorrebbe ripartire da zero (la proposta delle primarie ne è un tangibile segno) e chi sostiene a man forte l’operato di Manfredo Tedesco.

L’assise sul Bilancio convocata venerdì sera ha registrato l’assenza eccellente dell’assessore al ramo, Cesare Guccione, che si è giustificato facendo pervenire una lettera. Manfredo Tedesco ha duramente criticato l’operato dello stesso Guccione e, pur avendo i numeri per l’approvazione del bilancio, ha preferito rassegnare le dimissioni. Il patto di stabilità, dopo anni, è stato sforato più per la crisi e per i tagli emersi dal Governo centrale che non per le scelte politiche effettuate, ma Tedesco non perdona a Guccione una certa superficialità nel non aver sorvegliato e salvaguardato gli interessi economici del paese.

Il gesto del sindaco rimanda anche a un particolare dato di fatto: Tedesco era l’unico sindaco dei paesi medio abitati (bacino d’utenza 10mila abitanti) della provincia di Cosenza ad essere tesserato con il Partito democratico. Per ora, la maggioranza raccoglie i cocci, rimanendo compatta nell’esprimere tutta la solidarietà a Tedesco anche se, molto probabilmente, lo stesso sindaco rimescolerà le carte in gioco. Infatti, saranno venti i giorni di tempo per effettuare una nuova giunta e per non dare la cittadina in mano al commissario, che dovrebbe fare da tampone fino ad Aprile 2012, periodo di elezioni amministrative. La giunta, dunque, in modo unanime dà pieno appoggio, come già segnalato dal giovane consigliere di maggioranza Ivan Ferraro che insieme al gruppo di Sinistra e Libertà manifesta tutta la sua fiducia nei confronti dell’ex primo cittadino. Ferraro, raggiunto telefonicamente, ha rimarcato come l’amministrazione Tedesco sarà una delle più ricordate nella storia luzzese, anche grazie all’approvazione di un Piano Strutturale innovativo e moderno. Dall’altra parte gongola l’opposizione, con i consiglieri che avevano duramente criticato Tedesco giorni fa e ora aspettano novità, anche se il loro mirino è puntato, più che sul presente, alle prossime elezioni amministrative.

Massimo Maneggio
su: Calabriaora 

Dm Web di De Marco Fabrizio

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here