Luca Amodio non è più il cavaliere del rione San Pietro

Letture: 7172


Dopo sei anni, il cavaliere del Palio di Bisignano, Luca Amodio, non è stato confermato dal rione San Pietro per disputare il prossimo Palio del Principe. La decisione da parte del direttivo del rione è stata comunicata oggi al cavaliere, che da anni si batte con sacrificio per la giostra del Palio, diventato ormai un appuntamento molto sentito in tutta la città e nella regione.

Una scelta che il quartiere avrebbe preso nell’esclusivo interesse dello stesso, assolutamente inattesa dal giovane cavaliere soprannominato “Puffo junior” che rivendica tutti gli anni di impegno a favore del quartiere.
Secondo il direttivo del Rione San Pietro, il rapporto tra le parti sarebbe già cessato nell’anno del Palio del Principe 2018. Un rapporto iniziato nel 2013 quando Luca Amodio aveva solo 18 anni che perciò con amarezza, ci tiene a ricordare dei buoni rapporti che lo legano ai componenti del rione e che “la decisione sarebbe arrivata solo nell’ultimo mese dal nuovo direttivo del quartiere. Un legame di tanti anni interrotto dagli ultimi arrivati” – dice Amodio.

Con il quartiere “viola” Luca Amodio ha ottenuto buoni risultati nelle giostre del Palio, disputando anche una finale contro il padre Claudio (detto “Puffo” campione indiscusso del Palio del Principe) e ha preso parte al Palio delle Serenate 2017, sempre con il quartiere San Pietro.