L’ospedale dell’Annunziata sta cadendo a pezzi

”L’Ospedale civile ‘Annunziata’ di Cosenza sta cadendo a pezzi e versa in un gravissimo stato economico e strutturale”. E’ quanto afferma il consigliere regionale del Pd della Calabria, Carlo Guccione, richiamando la recente audizione del Commissario dell’Azienda Ospedaliera di Cosenza, Paolo Gangemi, davanti alla III Commissione regionale ”Sanita”’, in cui lo stesso dirigente sanitario aveva denunciato le gravi condizioni in cui versa attualmente il nosocomio cosentino.

”C’e’ il rischio serio e concreto – prosegue Guccione – che le criticita’ evidenziate da Gangemi non consentano piu’ all’Azienda Ospedaliera della citta’ capoluogo di offrire una risposta sanitaria adeguata ai bisogni e alle richieste dei cittadini. E’ necessario, pertanto, lo sforzo di tutti per evitare che cio’ accada, a cominciare dalla nomina dei Direttori di Unita’ Operative importanti come Chirurgia d’Urgenza, Medicina ‘Cosco’ e Reumatologia”.

”La pianta organica del nosocomio cosentino approvata con propria delibera dalla Giunta regionale della Calabria – ricorda, tra l’altro, Guccione – e’ di circa 3.000 unita’ lavorative, a fronte delle attuali 1.700. Mancano, quindi, all’appello circa 1.300 unita’ lavorative tra infermieri, Operatori sanitari e dirigenza medica. Gli strumenti tecnologici sono obsoleti e abbondantemente superati, per cui e’ necessario predisporre un adeguato piano di investimenti per l’acquisizione di strumenti tecnologici all’avanguardia e al passo con i tempi”.

Fonte: Asca

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here