“Libri in scena”, primo appuntamento sold out

  • di Alfredo Arturi

libro-300x169 "Libri in scena", primo appuntamento sold out

Libri in scena comincia dalla poesia di Maiurano

 

BISIGNANO (CS) – Agatina Maiurano è la scrittrice a inaugurare il nuovo programma culturale a Bisignano, con la presentazione della sua seconda raccolta di poesie intitolata “La forza della vita: la Fede”, edito da Apollo Editore, venerdì 21 luglio nel chiostro del convento della santuario di Sant’Umile.

L’aria che si respira a un mese dalle elezioni è di profondo cambiamento, non solo nei nomi ora assessori ma anche nella rinnovata vitalità inspirata nello scenario culturale della culla di Sant’Umile, da troppo tempo abbandonato a sé stesso. Un viaggio nella cultura del posto è l’appuntamento mensile “Libri in scena”: un viaggio itinerante alla riscoperta della lettura, come racconta il sindaco lo Giudice: «per dare ai cittadini la libertà che solo la cultura può locandina-libri-in-scena-1-300x212 "Libri in scena", primo appuntamento sold outdare.» E subito l’idea viene accolta dal suo team: l’assessore alla Cultura Ornella Gallo e Apollo Editore sotto forma di Antonietta Meringolo salgono subito in barca inaugurando il primo appuntamento di una lunga navigazione, portando davanti alla sala piena, segno dell’appetito culturale che la cittadina ha sviluppato nel corso della lunga desolazione, il poeta tormentato dai suoi lunghi anni. Con la forza di chi ha grattato il fondo, Agatina dimostra grande capacità d’introspezione, incentivata da suo figlio, morto per incidente stradale. «Prima di morire le ha regalato una penna. Le ha detto scrivimi una poesia. Gli ha dedicato “L’ultima penna”.» fa notare Agata Berlingieri, autrice della prefazione e laureata in letteratura classica. Grazie alle magistrali letture di poesie declamate non solo dai relatori, ma soprattutto da Lucia Mantuano anche chi non ha ancora letto il libro comprende subito la straordinaria malinconia che ne avvolgono le pagine e l’amore per la vita di chi ne conosce i lati più bui.

«Bisogna cogliere il momento, il tempo non si recupera. Quel che è perduto lo rimarrà per sempre.» con questa massima dell’autrice si chiuse il primo evento culturale organizzato dal Comune di Bisignano dopo tanti anni di torpore.