Lettera ai calabresi: votare con responsabilità

Letture: 1150

Lettera ai calabresi

Siamo in dirittura d’arrivo. Come tutti, sapevamo che il 1° ottobre si chiudevano i giochi, sapevamo che “Tesoro Calabria” sarebbe stato una certezza per la nostra Regione.
Grazie a una campagna elettorale che ci ha visti protagonisti attivi, attenti ed impegnati sullo scenario politico per raggiungere l’obiettivo di aiutare a determinare nuove scelte per un nuovo governo da dare al nostro territorio.

Puntando su Carlo Tansi e sulla candidata a presidente Amalia Bruni per un governo regionale che sia più forte, più incisivo, più presente, più dinamico, più attento alle esigenze ed ai problemi della gente.

“Tesoro Calabria” è stata in mezzo alla gente, questo va ribadito, va sottolineato e – speriamo! – anche premiato con la vostra fiducia. Abbiamo fatto tutto questo con passione e lungimiranza, unendo le nostre professionalità e raccontandole passo dopo passo, senza il politichese ma solo con la nostra voglia di vivere e fare politica.

Tutto questo perché la politica ha bisogno di ritornare tra la gente per lasciarsi stimolare. Non ci sarà una stagione nuova per la politica, se non si uscirà dal proprio guscio, se non si apre un confronto nuovo con le giovani generazioni, se non si coglie la saggezza degli anziani, le sensibilità e le aspirazioni delle donne.

È nei territori – anche i più sperduti – che si colgono i problemi delle famiglie, del lavoro, degli imprenditori, del mondo contadino e rurale. E si colgono anche le nuove esigenze e le nuove forme della relazione sociale, del volontariato e dell’impegno per gli altri.

Come ribadito dal presidente di “Tesoro Calabria”, Carlo Tansi: “Vogliamo restituire ai Calabresi i diritti negati attraverso un programma di governo essenziale ma realizzabile e sostenibile, mirato a perseguire obiettivi concreti in tempi certi. Il problema della Calabria non è stata la mancanza di programmi o di idee, ma cinquant’anni di regionalismo segnati da programmi fantasmagorici poco attinenti alle inclinazioni della nostra Terra, o da programmi magari efficaci, ma solo proclamati e mai attuati per incapacità amministrativa e politica”.

Per rendere concrete queste parole servono persone competenti e trasparenti, che possano davvero comprendere e analizzare quali sono i problemi della Calabria e individuare le soluzioni per risolvere quanto ci affligge quotidianamente. Perchè non dobbiamo raccontare il libro dei sogni, turismo, ambiente, sanità, sociale, infrastrutture e molto altro ancora hanno bisogno di nuovo corso. Di un nuovo inizio, ripartire dalle basi e dalle fondamenta per cominciare a non lasciare il nostro territorio e valorizzarlo pienamente.

Il nostro impegno sarà attuato con una forza ragionevole ma decisa, come si conviene a chi ha un’idea della politica al servizio della gente. Chiediamo un voto affinché il voto della gente conti davvero. Un voto che serva per scegliere e far partecipare, per far emergere la nostra amata Regione Calabria. Con Carlo Tansi e con Amalia Bruni verso il presente e il futuro.

Annamaria Gaccione