Legnochimica, il plauso a Manna

Letture: 1336
R&B Sport

Legnochimica. Calabria Terra Libera plaude a Manna. Rugna (CTL):  

Ci sconforta l’inerzia di chi avrebbe  dovuto  provvedere alla bonifica dell’area della ex Legnochimica di Rende in maniera immediata, ma che , anzi al contrario, ha lasciato il sito in balia di inquinamento e intossicazione .  Responsabili, diretti e indiretti,  che diventano complici di quelle imprese che, noncuranti dei danni alla salute pubblica e all’ambiente, “dimenticano” di operare la necessaria bonifica dei siti utilizzati, nascondendosi dietro crisi di comodo.Non è un caso, allora, in questo contesto da terzo mondo, che si sviluppino fenomeni chimici di grande pericolosità, come quelli che si sono prodotti negli ultimi giorni : fumi ed esalazioni cariche di sostanze tossiche. Poco importa, evidentemente, della compromissione della salute di quanti, nelle zone limitrofe, risiedono e lavorano, come dell’inquinamento delle falde acquifere e dei terreni circostanti. Eppure sono state aperte inchieste, le associazioni ambientaliste hanno lanciato grida d’allarme, politici ne hanno fatto il loro leit motiv : tutto ciò inutilmente. Ora servono i fatti; serve un’azione politica che produca un intervento immediato del Governo. Visti anche i tempi biblici, in queste parti d’Italia, delle indagini della magistratura e dell’adozione dei provvedimenti conseguenti, cercheremo di sollecitare i ministeri competenti, spingendo in modo deciso per una soluzione repentina e immediata. Nel frattempo, prima che sia troppo tardi, chiediamo l’immediata applicazione del piano di bonifica regionale e l’utilizzo delle somme collegate. Non prima, però, di aver proceduto alla nomina di un commissario ad acta.E’ arrivato il tempo, che il “fare” prenda il posto di belle parole fine a se stesse. Questa la sola ricetta per vincere la guerra, dopo le battaglie, rimettendo tutti i tasselli al loro posto, se si crede e si  vuole, davvero, un rilancio di questa terra. In linea con la volonta’ di far corrispondere ai dovuti atti di sindacato ispettivo le azioni concrete, che la legge mette a disposizione degli amministratori, plaudiamo all’intervento del sindaco di Rende, Marcello Manna e  all’ordine perentorio di rimozione dei rifiuti nei bacini 4 e 5 entro 15 giorni. Ognuno faccia la sua parte. Noi dalla nostra  incalzeremo al fine di dare supporto alle istanze dei cittadini e siamo pronti a sostenere, negli scranni delle Istituzioni romane, quegli amministratori che si spendono per il bene della propria comunita’.

Marcello Rugna