Le tariffe del servizio scuolabus 2013/2014

E’ stato approvato il piano annuale di trasporto scolatico, che il Comune di Bisignano predispone ogni anno prima dell’inizio dell’anno scolastico. Quest’anno il trasporto scolastico, non è più gratuito. L’amministrazione infatti ha dovuto fare i conti con le ristrettezze economiche e con la legge regionale che vuole che sui servizi a domanda individuale ci sia la contribuzione degli utenti.

Per usufruire del servizio di trasporto deve essere presentata regolare domanda di ammissione sia da coloro che intendono utilizzarlo per la prima volta, sia da coloro che intendono confermarlo.

Ecco le tariffe applicate a titolo di contribuzione, stabilite in base al reddito certificato col modello isee:

Fino a € 2.000,oo: esente
Da € 2.000,01 a 3.000,00: Contributo di 10€ mensile
Da € 3.000,01 a 6.000,00: Contributo di 20€ mensile
Da € 6.000,01 a 9.000,00: Contributo di 25€ mensile
Oltre € 9.000,00: Contributo di 30€ mensile

I mesi di settembre, dicembre e Giugno la tariffa sarà dimezzata. Sono esenti per legge, gli alunni diversamente abili di cui all’art.3 legge 104/92 e gli alunni in affido temporaneo a famiglie o comunità.

Rideterminate anche le tariffe per la mensa scolastica. Si passa dalle attuali 25 euro a 50 euro mensili.

Scarica delibera: Documento 1 Documento 2Documento 3
Determinazione Tariffe Scuolabus 2013/2014
Determinazione Tariffe Mensa scolastica 2013/2014
Fonte: Comune di Bisignano

8 Commenti

  1. Scandaloso, sciaguratamente scandaloso! Mamme e papà ribellatevi a tale sopruso. Un ente che non è in grado di ovviare alle spese del servizio scuolabus o che raddoppia le tariffe della mensa scolastica fa solamente ridere, per no dire altro. Carissimi amministratori della “cosa pubblica bisignanese”, ma voi lo stipendio continuate sempre a rubarlo? Perseguite nel roteare i vostri pollici, senza nessuna programmazione, vi raccomando, e sopratutto riempitevi le tasche fino a quando potete. Revocate questa stronzata del piano delle banane fino a quando sarete ancora in tempo, almeno per salvare quella briciola che rimane della vostra già insignificante dignità.

  2. Caro Giovanni, non solo è vero e sacrosanto quello che dici ma cé di più : questa delibera discrimina i cittadini. Mi spiego : se un bambino sale a Frassia deve fare un percorso, tra andata e ritorno di circa 20 km. Se un altro bambino sale a Santa Croce deve fare un percorso di 800 metri. Ma pagano tutti e due la stessa tariffa !!! Credo che questa delibera sia profondamente ingiusta ma anche illeggittima.

    • Credo anchio sarebbe stata giusta una tariffazione a Km. Quando andavo alle scuole medie, abitando in campagna, arrivavo a casa dopo 1 ora e mezza di pulman, con giro di tutto il paese anche fino a torano! Non sò adesso come sono le cose, se magari hanno aggiunto un altro scuolabus e quindi i giri sono ridotti!

  3. Alessandro anche questo è vero. Comunque siamo in un “comune virtuoso” troveranno le risorse per evitare queste ingiustizie. Chi è in difficoltà avrà proprio seri problemi a mandare i figli a scuola. Aggiungete il costo mensa per i bambini della scuola dell’infanzia e fate due conti. Un vero e proprio mutuo.

  4. Vergogna! Far pagare il servizio di scuolabus… comune virtuoso? Strade che fanno pena, Rete idrica fa cagare, Nettezza urbana ormai come a napoli… fate pena… suicidatevi che meglio…

  5. Spero che non si lamentino chi ha votato per questa amministrazione….Si sapeva che sarebbe stato così, bisogna, anche, dire che in alternativa dall’altra parte non non vi erano personaggi migliori…sempre la solita macedonia, più la giri e più puzza….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here