“La svolta”: ci vuole un progetto serio

La Dott.ssa Vadino Rosarita coordinatrice del Movimento “La Svolta”, dopo un proficuo incontro tenuto con altri esponenti politici, donne e giovani desiderosi di un impegno politico responsabile per il riscatto della Città di Bisignano e dopo un’approfondita analisi della situazione politico-amministrativa, caratterizzata dalla gravissima crisi finanziaria in cui versa il Comune di Bisignano e aggravata dalla recente sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro che ha confermato la condanna del sindaco Umile Bisignano a 2 anni e 8 mesi, in nome e per conto di tutti i soggetti e le persone consultate e coinvolte, ritiene che sia giunto il momento di assumere posizioni chiare, credibili e ragionevoli,senza tentennamenti politici, al fine di favorire la costituzione di un soggetto politico alternativo a quello attuale. A Bisignano è necessaria una grande forza politica di BUON GOVERNO che coniughi esperienze e rinnovamento, competenze ed entusiasmo. Il momento storico che stiamo vivendo richiede forte senso di responsabilità. La richiesta di pre-dissesto da parte dell’Amministrazione comunale, dovuta all’ingente mole dei debiti comunali è un fatto che non può essere negato e segna negativamente l’operato della maggioranza, anche se nel confronto politico in atto più soggetti si sono mostrati generici e sono incappati in alcune inesattezze.

Pieno riconoscimento va al capogruppo Francesco Fucile, al quale riconfermiamo tutta la nostra fiducia, sia per la competenza dimostrata che per l’impegno responsabile profuso nell’azione politica di opposizione. Lo stesso, infatti, è stato il primo e in tempi non sospetti ad evidenziare la catastrofica situazione economico-finanziaria del Comune di Bisignano, prevedendo, con la precisione che lo ha sempre contraddistinto, la disfatta finanziaria dell’Ente.

Gli indicatori sono stati numerosi: equilibri di bilancio raggiunti con alchimie contabili che hanno gonfiato le previsioni delle entrate tributarie, ricorso ad alienazione d’immobili e ad altre entrate una tantum, populistica e dannosa gestione della spesa comunale, enorme mole di debiti fuori bilancio, ricorso al benefit per la realizzazione della piattaforma dei rifiuti sia per la parte corrente, che per la parte capitale, mutui contratti fino al 2044 per ripianare i debiti, consistenti spese legali, ricognizione dei debiti fatta con superficialità, continuo ricorso all’anticipazione dei fondi vincolati, debiti pregressi accumulati dalla Bisignano Servizi SRL che mostrano come il cambio di gestione sia stato fallimentare sotto l’aspetto finanziario, aliquote e tariffe dei tributi aumentate nella misura massima prevista dalla legge, disastrosa gestione del personale.

A nulla sono serviti gli inviti per implementare una gestione più oculata e meno populistica; a nulla sono servite le relazioni dei revisori dei conti che hanno segnalato alcune irregolarità contabili imputabili all’agire amministrativo e al modo di operare di alcuni settori della burocrazia comunale; a nulla è servita la relazione dell’ufficio finanziario che descrive puntigliosamente la disastrosa situazione finanziaria. Considerato l’evidenza dei fatti il Movimento “La Svolta”,  di cui fanno parte anche i consiglieri comunali Sandro Vilardi e Francesco Fucile, chiede a tutti i consiglieri di essere responsabili e realistici e di porre fine all’agonia amministrativa e giudiziaria attraverso le dimissioni o l’autosospensione dei consiglieri comunali. È l’unico modo per prendere le distanze da un agire politico-amministrativo censurabile e dannoso per la comunità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here