La maggioranza approva il Bilancio di previsione

sindaco- La maggioranza approva il Bilancio di previsione

Solo la maggioranza del Consiglio Comunale di Bisignano ha approvato il Bilancio di Previsione per l’esercizio finanziario 2012, mentre il gruppo di minoranza “Alleanza Democratica” ha votato contro e quello di “Bisignano al centro” ha preferito assentarsi come aveva precedentemente annunciato. In apertura dei lavori il  sindaco, Umile Bisignano ha rimarcato il comportamento del gruppo “Bisignano al centro” che, con la decisione di assentarsi dai lavori consiliari, non ha fatto nessun favore alla maggioranza che non ne aveva nessun bisogno, bensì ha dimostrato soltanto di non avere nessun rispetto del mandato ricevuto dai suoi elettori. La relazione principale sul Bilancio è stata svolta dallo stesso Sindaco che, come è noto, ha preferito tenere per sé anche la carica di assessore al Bilancio e Finanze.

Dopo avere accennato ai riflessi  della crisi economico-finanziaria nazionale ed internazionale di questi ultimi mesi che si ripercuotono negativamente sulla situazione economica generale di tutti i comuni, piccoli e grandi, ha definito il documento finanziario elaborato dalla sua Amministrazione, concreto, veritiero e pienamente rispondente alle reali esigenze dell’Ente. Il Sindaco ha poi posto l’accento sulle diminuzioni dei contributi statali che ammontano a un milione di euro circa negli ultimi due anni.

Queste risorse che sono venute a mancare hanno costretto l’Ufficio ragioneria del Comune a rimanere con i piedi per terra e a elaborare un documento finanziario che tenesse conto delle reali possibilità economiche dell’Ente senza gravare, ulteriormente, sui contribuenti. Secondo le affermazioni del primo cittadino il Bilancio è suscettibile dei miglioramenti che potranno essere apportati nel corso dell’anno a seconda delle necessità.

Per quanto concerne il piano delle opera pubbliche il Sindaco si è riferito soltanto a quelle che potranno essere realizzate mediante mutui la cui rate saranno a totale carico dell’Ente Regione. Soltanto allo scopo di continuare a garantire servizi alla cittadinanza e per la realizzazione di alcune opere ritenute indispensabili il Sindaco ha definito inevitabile il ritocco in aumento dell’IMU sulle seconde case di 1,40 per mille, per un massimo del 9,00 per mille.

A proposito del programma delle alienazioni il Sindaco ha spiegato che i beni immobili posti in vendita sono in condizioni precarie mentre  il ricavato della loro eventuale vendita potrebbe essere impiegato utilmente per risolvere altri importanti problemi. Umile Bisignano ha concluso la sua esposizione assicurando la cittadinanza sul fatto che, nonostante tutte le difficoltà, l’Amministrazione comunale continuerà a garantire servizi come il trasporto scolastico gratis per tutti; l’assistenza agli anziani ed ai più bisognosi.

Sulla relazione del Sindaco sono intervenuti Roberto Cairo e Francesco Lo Giudice per il gruppo” Alleanza Democratica “ che hanno contestato, punto per punto, il documento finanziario definendolo inadeguato alle reali esigenze dell’Ente. Sul problema dell’alienazione di beni immobili ambedue i consiglieri di opposizione si sono dichiarati contrari e hanno votato contro l’approvazione del Bilancio.

Nella discussione sono intervenuti anche il vice sindaco, Damiano Grispo e gli assessori Andrea Algieri, Franco Vocaturo, Francesco Falcone ed il consigliere Umile Maiuri. Con i voti della sola maggioranza è stato approvato anche il regolamento circa l’ordinamento generale degli Uffici e dei Servizi.

Mario Guido
su: Nuovasibaritide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here