La gazzetta delle balle

Letture: 1801

bisignano-pd

Il corrispondente locale della Gazzetta del Sud è da sempre ossequiente al principio che la notizia, quando non c’è, va inventata. Il metodo è quello di ricorrere a rimasticature, ricamandoci sopra con l’ago dei si dice e col filo delle insinuazioni. Sotto le forbici di Giovinco, stavolta c’è l’intera opposizione e, in particolare il PD, ribattezzato “partito di Epifani” e il suo consigliere comunale Francesco Lo Giudice, ribattezzato “Franco”.

La rimasticatura consiste nel ricordare che “a cavallo fra luglio e agosto, c’era stato il ventilato abbandono di Roberto Cairo” del gruppo consiliare Alleanza Democratica, perché, secondo Cairo, il capogruppo Francesco Lo giudice, faceva una opposizione morbida alla maggioranza.

E consiste anche nel ricordare che “il partito di Epifani” – è così faticoso dire PD? – “nella sua interezza, riconfermava fiducia al suo capogruppo contestando le esternazioni di Cairo e anzi annunciando un possibile e necessario incontro con l’altro gruppo di opposizione”.

Da allora ad oggi”, scrive il corrispondente della Gazzetta del Sud, “non ci sono stati più passi ufficiali”. In mancanza d’altro, detto corrispondente, passa alle insinuazioni e le pubblica sulla Gazzetta delle Balle.

Viene costruita, così, “la notizia sensazionale”, udite udite, che “qualche gruppo trasversale” – a chi? A cosa? – “probabilmente anche con la partecipazione di ufficiali epifaniani” – questa è da incorniciare! – “starebbe lavorando per portare alle dimissioni il capogruppo Lo Giudice o comunque costringerlo a mettersi da parte”.

La pseudo notizia, dunque, sarebbe che qualcuno, anche del PD, vorrebbe costringere il consigliere comunale del PD, Francesco Lo Giudice, a dimettersi, affinché il PD non abbia alcun suo rappresentante nel consiglio comunale: follia pura!

Il corrispondente della Gazzetta delle Balle conclude così: “non è dato sapere da chi è composto questo gruppo – quello trasversale –  “ma ci vuole poco ad immaginare chi vorrebbe che Francesco Lo Giudice si facesse da parte per coltivare, probabilmente, anche giuste ambizioni”: a questo punto, l’unica nostra curiosità, è di conoscere quali ambizioni (politiche?) potrebbe coltivare un dimissionario (peraltro costretto da altri: come? In che modo?). A meno che, dette ambizioni, non appartengano a uno di quelli che solo il corrispondente della Gazzetta delle Balle conosce, perché “ci vuole poco ad immaginare”.

Corrispondenteeeee…Una volta tanto, tu che sei sempre ben informato dai ben informati, puoi riportare fatti concreti, dichiarazioni certe e dirette, notizie che non abbiano bisogno di verbi al condizionale, che, come sai, esprimono il dubbio e l’incertezza, ma anche la maldicenza.

L’unica notizia vera del tuo articolo è la dichiarazione del segretario PD, Rosario Perri, che riporti alla fine, tra virgolette: “Il partito conferma fiducia incondizionata a Lo Giudice”.

Tutto il resto è un tentativo maldestro di spostare l’attenzione dei cittadini dai veri problemi che affliggono Bisignano da più di sei anni.

Qualche ben informato ti ha mai parlato dello stato di abbandono in cui versa la città?

Ti accorgi dello stato della viabilità? Hai mai visto cumuli di spazzatura maleodorante abbandonati lungo tutte le strade del paese e del territorio? Conosci lo stato di insufficienza dei servizi pubblici e lo stato disastroso del bilancio comunale? Hai mai pensato di fermare la tua attenzione sul degrado culturale, morale ed economico di Bisignano, il cui declino potrà essere fermato non già con i giochetti di cui ti fai portavoce e che appartengono a un personale politico-amministrativo vecchio per permanenza politica sugli scranni consiliari e per antica predisposizione a far pasticci.

Altri devono dimettersi dal Consiglio Comunale, non i giovani volenterosi, appassionati e capaci di intendere la politica come esercizio di crescita collettiva e non di personali ambizioni.

Bisignano, 18/09/2013 – PARTITO DEMOCRATICO  Circolo di Bisignano