La comunità di Santa Sofia d’Epiro pronta a celebrare Sant’Atanasio

Letture: 750

La festa patronale di Sant’Atanasio il Grande è il momento di massima empatia che si vive a Santa Sofia d’Epiro. Migliaia i fedeli  pronti per le celebrazioni e ricco anche il cartello per intrattenere il pubblico.

Questi momenti di aggregazione non sono solo un’occasione di festa, ma rappresentano anche un ponte culturale che collega gli abitanti di Santa Sofia d’Epiro, dimostrando come la cultura e l’identità di un luogo possano essere celebrate e preservate attraverso le generazioni.

Dal prossimo 23 aprile sino al 13 maggio quindi un ricco cartello coinvolgerà gli abitanti e porterà un’attenzione importante nel paese arbereshe. Tanti i momenti da vivere, partendo dal lancio del pallone aerostatico, creati dalla N.A.S.A (Nucleo Aerospaziale Sant’Atanasio). Questi grandi palloni di carta colorati sono elevati in cielo proprio a testimoniare l’inizio delle celebrazioni per il Santo Patrono: un momento corale che rappresenta una vera e propria tradizione sin dai primi del ‘900.

Una delle serate più partecipate sarà probabilmente quella del 1° maggio, il paese ospiterà l’esibizione di Danilo Sacco, cantautore e chitarrista italiano che è stato la voce dei Nomadi dal 1993 al 2011 (arrivando anche secondo nell’edizione di Sanremo 2006).