In segno di protesta non si svolgeranno Le Serenate d’Estate

 Le serenate d’estate, manifestazione organizzata dall’associazione “Il Palio”, quest’anno non si faranno. L’ufficialità arriva dallo stesso centro studi, e questa volta il motivo non è da attribuire alle diatribe con l’amministrazione comunale di Umile Bisignano. La rinuncia all’evento poggia su motivi che di certo faranno discutere nei prossimi giorni. L’associazione motiva in questo modo la sua scelta: <<Questa manifestazione doveva rientrare nei festeggiamenti civili del nostro Santo, e in segno di protesta e lutto per l’offesa arrecata a Sant’Umile e alla sua città, comunichiamo a tutti che “La notte magica delle serenate d’estate” non si terrà>>.

L’evento fu realizzato per la prima volta lo scorso anno e rappresentò una ventata d’aria fresca, nello scarso panorama culturale, con una presenza incredibile di turisti che affollò le strade del centro storico fino alle prime luci dell’alba.

L’associazione afferma, con toni molto duri, che:<<a parere unanime di questa organizzazione non esistono le condizioni ed il morale giusto per poter gioire e festeggiare in un momento così grave e drammatico che meriterebbe solo atti di dolore e di vergogna. Le note vicende delle serenate – continuano – programmata e svolta dal 1994 al 2008 in occasione della festa di San Valentino meriterebbero un accurato racconto minuzioso, ma preferiamo non citarle più proprio per non essere complici di un vergognoso atto di denigrazione e di oscurantismo a danno della nostra città>>.

Il direttivo del Palio, dunque, realizza un gesto eclatante e abbastanza significativo all’interno della cittadina, proprio nel giorno in cui sono state ufficializzati i festeggiamenti civili. Per giorno 28 e 29 agosto si terranno i concerti di Fabrizio Moro e dei Camaleonti sul palco del Viale Roma, mentre sul versante delle celebrazioni religiose ancora tutto tace, aspettando il dietrofront sulla decisione dei frati di non svolgere la processione. Comunque vada, il gesto del Palio rappresenta un tangibile atto di protesta contro una situazione, ormai, sfuggita di mano.

Massimo Maneggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here