In calo le nuove assunzioni

In Calabria, nel quarto trimestre del 2012, sono stati attivati 77.322 rapporti di lavoro, in calo del -9,2% rispetto allo stesso periodo del 2011 a fronte di un decremento nazionale di -5,8%. Il dato emerge dal sistema delle comunicazioni obbligatorie del ministero del Lavoro.

Parallelamente, diminuiscono anche i rapporti di lavoro cessati nella regione, che nel quarto trimestre 2012 sono stati 154.070, in calo del -3,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-0,2% la media nazionale). Negli ultimi tre mesi dello scorso anno, i lavoratori interessati da almeno un avviamento al lavoro in Calabria sono stati 66.928 e 141.272 quelli interessati da almeno una cessazione. Secondo i dati del ministero del Lavoro, la Calabria è la regione in cui si registra il rapporto cessazioni/lavoratori più contenuto con 1,09 rapporti di lavoro cessati pro capite, seguita dalle Province Autonome di Trento e Bolzano (rispettivamente 1,15 e 1,09). Anche il numero medio di attivazioni per lavoratore è tra i più bassi del Paese: 1,6 rispetto al valore medio nazionale di 1,41 rapporti di lavoro per individuo, dopo la provincia autonoma di Bolzano (1,08).

Fonte: Gazzetta del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here