Improvviso boato nel cielo, aereo sfonda il muro del suono

Letture: 3497
R&B Sport

Boom sonico aereo
Un forte boato è stato avvertito intorno alle 15.35 nel territorio di Bisignano e nella Valle del Crati. Si è trattato del cosiddetto boom sonico, che viene determinato da un Aereo in volo nel momento in cui si verifica una compressione dell’aria.

Tantissime le segnalazioni sui social da parte della popolazione che ha udito benissimo il fragore.

Il botto e la vibrazione avevano fatto pensare immediatamente ad una scossa di terremoto, ma dopo “l’esplosione” è stato possibile udire in modo distinto il rumore dell’aereo, elemento che fa ipotizzare si sia trattato in realtà di un boom sonico. Sulla natura del boato non c’è ancora alcuna conferma ufficiale, ma, l’ipotesi più plausibile è che si sia trattato appunto di un aereo militare che ha superato la barriera del suono volando a una altezza più bassa del solito.

Questi boati, legati anche a fenomeni di vibrazione (che in molti casi fanno anche pensare al terremoto) sono sempre più frequenti. Già lo scorso Luglio, infatti, il passaggio di un velivo militare sui cieli di Cosenza, aveva rotto il muro del suono generando così il “boom sonico”.

Boom sonico 19 Dicembre 2019

Secondo le segnalazioni che ci arrivano e che possiamo leggere sui social network, l’esplosione dovuta probabilmente al boom sonico, è stata avvertita un pò in tutto il territorio della Valle del Crati e della provincia di Cosenza: Bisignano, Luzzi, Acri, Santa Sofia d’Epiro, Montalto Uffugo, Rose, Rende.