Imprenditore muore dopo ore di agonia, ieri si sparò un colpo di pistola alla tempia

C.D.P. classe 1949, imprenditore del luogo, ieri pomeriggio si è sparato un colpo di pistola alla tempia. L’uomo, molto conosciuto in città, ha avuto per moltissimi anni anche un rifornimento di benzina, sempre disponibile, affabile e amico di tutti, si è recato in contrada Campovile, a bordo di una Panda. Ha parcheggiato l’auto al bordo di una strada, ha estratto una pistola detenuta legalmente (si tratta di una beretta semi automatica) ed ha premuto il grilletto.
Sul posto sono giunti immediatamente i carabinieri della locale stazione che hanno allertato il 118, giunto sul luogo con l’ambulanza e l’elisoccorso. Ai sanitari sono apparse sin da subito gravissime le condizioni dell’uomo per cui è stato trasportato in ambulanza da contrada Campovile al Campo Sportivo dove sul terreno di gioco, nel frattempo, era atterrato l’elicottero. Ricoverato in rianimazione all’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate, spirando dopo poche ore.
Dai rilevi effettuati dai militari dell’Arma non sono emersi particolari che giustificano il gesto. L’uomo era sposato e padre di due figli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here