Il Pd pensi alla scuola, non ai rifiuti

COMUNICATO STAMPA – IL PD PERDE LA FACCIA E LA SCUOLA Ancora una volta il PD bisignanese non perde occasione per stare zitto. Con una lacunosa nota ferragostana, non trovando altro, si fa paladino di denunce su cumuli di rifiuti in alcuni quartieri, e, nel delirio più assoluto parla anche di degrado urbano. Noi, non vogliamo infierire ma, non possiamo sorvolare su illazioni gravi e denigratorie nei confronti dell’immagine della città. Quei cumuli di spazzatura, “pomposamente” presentati ad arte, sono solo il frutto dell’inciviltà di pochi e del mancato controllo. Queste zone, vengono pulite continuamente ma, quei pochi vandali incivili, ci continuano a depositare, in maniera incontrollata, buste di spazzatura. Il Pd ed il suo segretario Rosario Perri insieme al capogruppo in consiglio comunale, Francesco Lo Giudice, avrebbero però di che occuparsi per il bene della città ma, preferiscono speculare sul nulla.

Infatti, come al solito gli sfuggono fatti importanti ed utili che, questa volta, invece, dipendono proprio dal loro partito e che stanno fortemente penalizzando la scuola bisignanese. Ma, la “cecità” politica del pd, Lo struzzo insegna, impedisce sia a Perri che a Lo Giudice di guardare “oltre”. In questi giorni, caso unico in Calabria, la Regione ha impugnato la sentenza del Tar che restituiva l’autonomia scolastica all’Istituto Superiore “E.Siciliano”. Il Comune era ricorso al Tribunale Amministrativo dopo che, sempre la Regione a guida pd, aveva modificato il Piano di dimensionamento scolastico provinciale nella parte che interessava PROPRIO l’autonomia della scuola bisignanese. In quella occasione, nè la provincia, nè la scuola, ne altri hanno inteso appellarsi alla giustizia amministrativa: il pd non ha nemmeno chiesto spiegazioni al “compagno” presidente. Lo ha fatto solo questa Amministrazione che, patrocinata dall’Avvocato Carmelo Puterio, ha ottenuto sentenza positiva dal Tar che, riconosceva la validità della richiesta di annessione alla scuola bisignanese del liceo di Torano.

Come dicevamo, la Regione Calabria, si è rivolta, oggi, al Consiglio di Stato per reclamare la legittimità del suo Piano Scolastico e rimettere in discussione l’autonomia dell’Istituto superiore di Bisignano. Pensare che la Regione non si costituisce neanche su fatti seri come la sanità. Questo solo perchè, con ogni probabilità, i “compagni” del pd di Torano hanno maggiore incidenza sul presidente Oliverio. Pensare che la sentenza impugnata con tanta determinazione non cambia nulla della sentenza ma, nega solo l’autonomia alla scuola di Bisignano. E’ su questi argomenti che vi dovete misurare, caro Perri e Lo Giudice e dimostrare agli elettori bisignanese che avete la capacità di amministrare.
E’ facile nascondersi, infatti, solo dietro una busta nera di spazzatura.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here