Il conto consuntivo è passato con i voti della maggioranza

Non sono bastate sei ore di discussione, a volte dai toni accesi e polemici, ad esaurire l’esame e l’approvazione dei punti all’ordine del giorno del Consiglio che comprendeva, fra le altre cose, l’approvazione del consuntivo relativo al bilancio dell’esercizio finanziario 2014.

Sul primo punto all’ordine del giorno, che prevedeva la presa d’atto dell’ordinanza del Consiglio di Stato che ha confermato la sospensione di Umile Bisignano dalla carica di sindaco, ha relazionato Damiano Grispo in qualità di sindaco facente funzioni che, dopo aver riconfermato al sindaco sospeso la sua personale stima e quella del gruppo di maggioranza ha ribadito la volontà di proseguire, con forza e fiducia l’attività amministrativa per il bene del paese e della comunità.

Grispo ha approfittato dell’occasione per rivolgere un pressante invito ai gruppi di opposizione affinchè possa instaurarsi nei rapporti consiliari un clima collaborativo che sia utile alla soluzione dei tanti problemi che assillano la comunità.

All’intervento di Grispo hanno replicato i consiglieri Francesco Lo Giudice, Francesco Fucile e Roberto Cairo, contestandogli un comportamento piuttosto arrogante che non può far nascere il clima collaborativo che s’invoca. Inoltre quelli dell’opposizione attribuiscono alla maggioranza la responsabilità dei difficili rapporti che si sono venuti a creare e che non favoriscono certamente la realizzazione di una politica amministrativa che necessita per una crescita migliore della comunità.

Approvata all’unanimità la presa d’atto dell’ordinanza di sospensione del Consiglio di Stato, Grispo ha illustrato il consuntivo del bilancio dell’esercizio finanziario 2014 che è passato con i soli voti della maggioranza. Allo stesso modo è stato approvato Regolamento del servizio civico comunale.

Mario Guido
su: Gazzetta del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here