I Musicanti del Vento, il loro secondo cd: L’isola dei burattini

MdV-2010-3 I Musicanti del Vento, il loro secondo cd: L'isola dei burattini

I sogni di una società migliore, multietnica e senza problemi d’immigrazione, una migliore tutela dell’ambiente e la lotta contro ogni abuso di potere, sia materiale e sia spiriturale: questo il cocktail esplosivo dei “Musicanti del Vento”, che hanno presentato ufficialmente il loro secondo cd, “L’isola dei burattini”. Per la giovane band cosentina continua il salto di qualità all’interno del panorama musicale calabrese, con i “Musicanti” che a quasi un anno dal loro primo lavoro, “Anime deserte”, non risparmiano nuove idee e temi di attualità…

Il gruppo musicale, ora composto da Fabio Nicoletti (voce e chitarra classica), Daniele Nicoletti (voce e basso elettrico), Paolo Presta (fisarmonica e organetto), Gianfranco Esposito (batteria e percussioni), Antonio De Paoli (violino) e Diego Soda (Mandolino, banjo e chitarra), vuole ora spiccare il volo verso il panorama nazionale, anche grazCopertina-Lisola-dei-Burattini I Musicanti del Vento, il loro secondo cd: L'isola dei burattiniie a due belle prestazioni musicali, realizzate prima al Biella festival e poi al festival Musicultura svolto a Macerata qualche mese fa. Il gruppo cosentino, con il suo etno-rock ha coinvolto diversi artisti del panorama calabrese, e spunta anche una collaborazione eccellente: nel brano “Cantando strade” spiccano, infatti, il “Parto delle nuvole pesanti”, pronti a dare un tocco di qualità a un prodotto già degno di nota. Anche in questo nuovo cd non mancano gli elementi di base che contraddistingono i “Musicanti del vento”, abili a mescolare gli antichi sentimenti musicali e ad aggiornarli con nuove varianti sempre più fantasiose. Dal primo ascolto, con “Dans les barlenies” si entra una dimensione magica, con la mente proiettata al medioevo, in una moderna colonna sonora per lotte, anche odierne, di amore e di giustizia. Un crescendo di note accompagna tutti i brani, dove il gruppo, senza peli sulla lingua, toglie spesso la maschera a una società spesso reticente, che punta all’apparenza e non alla sostanza. L’ironia delle canzoni, graffiante e pungente al punto giusto, si rivolge a un’Italia piena di malessere, nascosta da mille problemi. Per i “Musicanti” partirà a breve la tournee estiva che toccherà le migliori piazze di tutte le provincie cosentine, pronti anche a esibirsi, con la loro solita audacia, anche su palcoscenici nazionali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here