I comuni più ricchi della Calabria: Rende al primo posto, Bisignano infondo

Letture: 8346

calabria-ricchezza-reddito

La Calabria si conferma una delle regioni più povere del Paese nella classifica del reddito imponibile pro capite pubblicata dal Mef e relativa ai redditi del 2014. Dal rapporto si nota il grande divario tra Nord e Sud: le regioni dove si guadagna di più sono Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna, mentre quelle più povere sono Basilicata, Molise e Calabria, anche se il trend di crescita rispetto agli anni passati è in salita. Le stime arrivano dall’azienda di raccolta e gestione dati “Twig”, che ha esaminato i dati del Mef ed elaborato un mappa di poveri e ricchi d’italia.

La media del reddito pro capite in Italia è di 19.100 euro, in Calabria la superano solo i comuni di Rende, Soverato, Catanzaro e Cosenza che risultano quindi i comuni più ricchi della regione.

Bisignano: ha un reddito medio pro-capite di 11.235 euro, molto al di sotto della media nazionale. Da Info Data del Sole24ore, inoltre, vediamo la distribuzione della ricchezza all’interno del Comune di Bisignano: 4.334 contribuenti bisignanesi (il 72%) hanno un reddito inferiore a 15.000 euro; il 19% (1.134 contribuenti) ha un reddito compreso tra 15.000 a 26.000 e infine solo il 7% (452 contribuenti) ha un reddito compreso tra 26 e 55 mila euro.

Ma ecco una classifica da noi stilata analizzando i dati per reddito medio pro-capite delle città della Valle del Crati:

1) Rende: 19.597 euro
2) Castrolibero: 19.053 euro
3) Marano Principato: 14.922 euro
4) Marano Marchesato: 14.408 euro
5) Castiglione Cosentino: 14.296 euro
6) San Fili: 14.081 euro
7) San Pietro in Guarano: 14.004 euro
8) Montalto Uffugo: 13.541 euro
9) Torano Castello: 12.563 euro
10) Acri: 12.489 euro
11) San Vincenzo La Costa: 12.483 euro
12) San Demetrio Corone: 12.024 euro
13) Rose: 11.318 euro
14) Rota Greca: 11.238 euro
15) Bisignano: 11.235 euro
16) Lattarico: 11.223 euro
17) Mongrassano: 11.123 euro
18) San Martino di Finita: 10.949 euro
19) Luzzi: 10.915 euro
20) Corigliano Calabro: 10.392 euro
21) Cerzeto: 10.335 euro
22) Tarsia: 10.211 euro
23) Santa Sofia d’Epiro: 10.063 euro
24) San Benedetto Ullano: 9.879 euro

La classifica assegna la maglia nera del comune più povero in Calabria a Torre di Ruggero (Cz) con 8.709 euro di reddito annuo, seguono Meliccuco (8.916), Rosarno (9.037), Platì (9.042), Dinami (9.045).

Confrontando i redditi dichiarati al Fisco con i consumi delle famiglie indicati dall’Istat, la Calabria risulta essere inoltre la regione con il rischio di evasione più alto.