Hamilton, monologo su una Formula 1 sempre più a pezzi

Letture: 528
R&B Sport

HAMILTON VINCE IL GP DI SPAGNA E ALLUNGA IL VANTAGGIO IN CLASSIFICA

Lewis Hamilton vince il GP di Spagna. Ancora lui. Il pilota Mercedes conquista la vittoria numero 88 in carriera e allunga il suo distacco in classifica. Le difficoltà della Mercedes sono iniziate e terminate nello spazio di due GP. I problemi di blistering riscontrati nei GP precedenti sono già un lontano ricordo. Hamilton vince il GP di Barcellona davanti ad un combattivo Max Verstappen su Red Bull e all’altra Mercedes di Valtteri Bottas. Tre piloti sul podio. Gli unici a pieni giri. Tutte doppiate le vetture a partire dalla quarta poszione. Dopo sei GP disputati il vantaggio di Hamilton su Max Verstappen secondo in classifica è di 38 punti. Un vantaggio che aumenta di 43 punti sul compagno di squadra Valtteri Bottas. Il record dei sette titoli mondiali conquistati da Michael Schumacher sembra destinato ad essere eguagliato da Hamilton al termine del mondiale. Il sesto appuntamento della stagione è stato l’ennesimo assolo Mercdes. Subito dopo la partenza i piloti sono già in gestione gomme. Ma dopo i primi dieci giri Hamilton aumenta il vantaggio lasciando a Bottas e Verstappen a duellare per la seconda posizione. Proprio il pilota della Red Bull approfitta della pessima partenza di Bottas per conquistare il secondo gradino del podio. Ai margin del podiole due Racing Point di Lance Stroll e Sergio Perez. In sesta posizone la McLaren di Carlos Sainz precede la Ferrari di Vettel. Il pilota tedesco dopo la partenza dall’undicesima posizione, ha lotttato con i suoi avversari conquistando la zona punti. Ma le note positive per la rossa di Maranello finiscono qua. La Ferrari di Leclerc termina la gara al 38º giro per un guasto elettrico. La SF1000 è tradita da un altro problema tecnico. Gli aggiornamenti di Budapest non hanno portato nessun miglioramento. Alla Ferrari manca potenza e affidabilit, da sempre punto di forza del cavallino. In classifca costruttori la rossa di Maranello scivola al quarto posto, dietro a Mercedes, Red Bull, Racing Point, e Mclaren. Tra due settimane si torna in pista con il GP del Belgio, prima delle tre gare made in Italy a Monza, Mugello, e Imola.

GP Gran Spagna, Barcellona,  5.891 km, 52 giri, 306.198 km totali. 

Qualifiche

Monomarca Mercedes nella prima fila del GP di Spagna. Lewis Hamilton centra la pole davanti a Valtteri Bottas. In seconda fila la Red Bull di Max Verstappen e Sergio Perez, questultimo, rientra dopo aver saltato gli ultimi due GP a causa del Coronavirus. Male le Ferrari. In nona posizione la Ferrari di Charles Leclerc mentre Sebastian Vettel resta fuori dalla Q1 per due millesimi e partirà dall’undicesima posizione. Per la prima volta in questa stagione Kimi Raikkonen riesce a superare la Q3 e ottiene la quattordicesima posizione in griglia. In difficoltà l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi in ultima posizione.

1 L. Hamilton (Mercedes) 1’15″584, 2 V. Bottas (Mercedes) 1’15″643, 3 M. Verstappen (Red Bull) 1’16″292, 4 S. Perez (Racing Point) 1’16″492, 5 L. Stroll (Racing Point) 1’16″589, 6 A. Albon (Red Bull) 1’17″029, 7 C. Sainz (McLaren) 1’17″004, 8 L. Norris (McLaren) 1’17″084, 9 C. Leclerc (Ferrari) 1’17″087, 10 P. Gasly (Alpha Tauri) 1’17″136, 11 S. Vettel (Ferrari) 1’17″168, 12 D. Kvyat (Alpha Tauri) 1’17″192, 13 D. Ricciardo (Renault) 1’17″198, 14 K, Raikkonen (Alfa Romeo) 1’17″386, 15 E. Ocon (Renault) 1’17″567, 16 K. Magnussen (Haas) 1’17″908, 17 R. Grosjean (Haas) 1’18″089, 18 G. Russel (Williams) 1’18″099, 19 N. Latifi (Williams) 1’18″532, 20 A. Giovinazzi (Alfa Romeo) 1’18″697.

Ordine d’arrivo

1 L. Hamilton 1h31’45″279, 2 M. Verstappen +24″177, 3 V. Bottas +44″752, 4 L. Stroll +1 giro, 5 S. Perez (5″ di penalità) +1 giro, 6 C. Sainz +1 giro, 7 S. Vettel +1 giro, 8 A. Albon +1 giro, 9 P. Gasly +1 giro, 10 L. Norris +1 giro, 11 D. Ricciardo +1 giro, 12 D. Kvyat (5″ di penalità) +1 giro, 13 E. Ocon +1 giro, 14 K. Raikkonen +1 giro, 15 K. Magnussen +1 giro, 16 A. Giovinazzi +1 giro, 17 G. Russel +1 giro, 18 N. Latifi +2 giri, 19 R. Grosjean +2 giri.

Classifica piloti

L. Hamilton 192 punti, M. Verstappen 95, V. Bottas 89,C. Leclerc 45, L. Stroll 40, A. Albon 40, L. Norris 39, S. Perez 32, C. Sainz 23, D. Ricciardo 20, E. Ocon 16, S. Vettel 16, P. Gasly 14, N. Hulkenberg 6, A. Giovinazzi 2, D. Kvyat 2, K. Magnussen 1.

Classifica costruttori

Mercedes 221 punti, Red Bull 135, Racing Point 63 (15 punti di penalizzazione), McLaren 62, Ferrari 61, Renault 36, Alpha Tauri 16, Alfa Romeo 2, Haas 1.

Prossimo appuntamento il 30 agosto con il GP del Belgio – Spa-Francorchamps.