Hair Stemcell Transplantation: procedura di moltiplicazione di unità follicolari

Letture: 1570

Questa procedura è il frutto della ricerca scientifica del ricercatore olandese Dr. C. Gho e del rinomato professore di dermatologia dell’Università di Rotterdam M.H. Neumann. I risultati di questa importante ricerca scientifica che si sono concretizzati nella tecnica brevettata HST sono stati pubblicati sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali.

A livello pazienti e fruitori della tecnica, già applicata su circa 15000 pazienti in tutte le Hair Science Clinics delle principali capitali del nord Europa, Londra, Amsterdam, Maastricht, Parigi, ora si è aggiunta la clinica Hasci Italia di Milano. I principali Blog e Forum internazionali dedicati all’argomento trapianto capelli ne hanno parlato, come per esempio in Italia Bellicapelli o in UK Hairsite. Dr. Gho Hair Stem Cell Transplant (HST) è considerata come la procedura di moltiplicazione o clonazione dei capelli di prima generazione al mondo con la promessa di fornitura illimitata di capelli da donatori per uomini e donne con perdita di capelli e calvizie.

La Ricerca di Laboratorio e l’esperienza scientifica

Gli studi del ricercatore Gho, sia fondamentali cioè intesi come ricerca di base applicata al settore in questione e le cui informazioni sono pubblicate e condivise all’interno della comunità scientifica, sia gli esperimenti in vitro e clinici, hanno rivelato che non è necessario prelevare una intera unità follicolare per poter generare una crescita di capelli.Infatti è stato dimostrato che se una porzione dell’unità follicolare rimane nella zona donatrice, essa puo rigenerare nuovi capelli, anche se una parte dell’unità follicolare è stata rimossa.

Nuovi capelli crescono su ambedue le zone, donatrice e ricevente

Infatti quella porzione di unità follicolare che è stata prelevata, attraverso l’uso di punch da 0,5 /0,6 mm dunque inferiore alla dimensione dell’unità follicolare, quando è trapiantata nella zona ricevente, produce anch’essa nuovi capelli. Questo significa che una unità follicolare è in grado di moltiplicarsi generando in due zone distinte nuovi capelli ( come pubblicato nel British Journal of Dermatology).

Ruolo delle cellule staminali pilifere nella ricrescita dei capelli

Le cellule staminali pilifere, hair stemcells, contenute in una unità follicolare, vengono quindi, attraverso questo parziale prelievo, separate in due parti, di cui una é quella che è contenuta nel tessuto prelevato e che è sufficiente per generare nuovi capelli. Lasciando comunque nella zona donatrice molto più tessuto, le percentuali di ricrescita ( più di 80%) sono enormemente più elevate comparate ad altre tecniche che generalmente estraggono troppo o tutto il tessuto cutaneo di modo che solamente il graft trapiantato è in grado di far crescere capelli.

Con l’indiscutibile vantaggio che dopo il trattamento HST i capelli potranno anche essere tagliati corti, perchè non si vedranno ammanchi, cicatrici o perdita di densità. Visto che la zona donatrice viene rigenerata, essa puo essere utilizzata ancora senza timore di danneggiarla. E a parte il vantaggio che questa affermazione ovviamente rappresenta, questa ricrescita è estremamente importante specialmente nei casi di ustioni, quando la zona donatrice è estremamente limitata.

Zona ricevente restaurata : densità e aspetto naturale

Nella zona ricevente, i fori di inserzione sono effettuati con aghi di piccolissima sezione, inferiore a quella utilizzata per l’estrazione dei grafts. I, questo modo i grafts saranno alloggiati perfettamente in questi fori ed oltre il 95 per cento di essi genereranno nuovi capelli. Non si creeranno neanche cicatrici nella zona ricevente, che invece guarirà e rimarginera in brevissimo tempo, oltre al vantaggio , grazie alle infime dimensioni dei grafts, di creare una densità molto alta e naturale.I forum internazionali dedicati alla calvizie o comunque alla caduta dei capelli hanno spesso dibattuto della procedura del dr GHO .

La moltiplicazione dei capelli

Per coloro che non sanno esattamente che cosa significhi il termine “moltiplicazione dei capelli” o “clonazione dei capelli”, questo esprime il concetto che le cellule staminali pilifere di una persona possono generare una quantità illimitata di capelli per il trattamento della caduta o del diradamento di capelli per uomini e donne. È equivalente ad una terapia cellulare contro la caduta dei capelli che potrebbe rappresentare la cura per tutti i tipi di calvizie.

Il dottor Gho è stato il primo vero medico che è diventato famoso nel mondo del restauro dei capelli a seguito delle sue ricerche sulla moltiplicazione dei capelli alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000. Si sa anche anche che è stato il dottor Coen Gho a coniare per primo il termine “moltiplicazione dei capelli“.

Hair Stemcell Transplantation

La ricerca e l’esperienza del Dr. Gho sono evolute in quello che ora è noto come Hairstemcell Transplantation®, un marchio registrato dell’Hair Science Institute del Dr. Gho. Secondo il Dr. Gho, fondatore dell’Hair Science Institute: “HaarStamcel Transplantatie® è una procedura sviluppata e brevettata dall’Hair Science Institute …. HaarStamcel Transplantatie® non prevede il trapianto di capelli ma piuttosto la moltiplicazione dei capelli. In HaarStamcel Transplantatie®, i capelli producono nuovi capelli. Niente cicatrici, niente dolore, niente lunghi periodi di recupero ”

Alcune delle affermazioni fatte dal dottor Coen Gho sul suo trapianto di Hairstemcell sono :

Solo una parte dell’unità follicolare (alcune cellule staminali dei capelli, chiamate anche “innesto”) è necessaria per far crescere uno o più nuovi capelli. A differenza di tutti gli altri metodi, con l’HST (Hair Stem Cell Transplantation) l’area donatrice mantiene praticamente tutta la sua crescita e densità dei capelli. Poiché l’area donatrice non è danneggiata, il trattamento può essere ripetuto se lo si desidera.

La differenza più significativa tra il metodo HST e le tecniche tradizionali di trapianto di capelli è che con l’HST viene rimossa solo una piccola parte del follicolo pilifero, lasciandone la maggior parte nell’area donatrice dove produrrà nuovi capelli. Ciò preserva l’area donatrice per trattamenti futuri, motivo per cui questa tecnica dovrebbe essere effettivamente chiamata moltiplicazione dei capelli, piuttosto che trapianto.

Il più grande punto di forza di questa nuova tecnica è la “promessa” della rigenerazione della zona donatrice in modo che ci siano unità follicolari illimitate disponibili per il paziente.