Giovane detenuto si suicida a Reggio Calabria

Un detenuto di 23 anni, nel carcere di Reggio Calabria da un mese, si e’ suicidato impiccandosi nella sua cella. Il giovane era in attesa di giudizio.

“Nel corso dell’anno, sempre a Reggio Calabria, c’erano stati due tentativi di suicidio – afferma Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe, sindacato autonomo polizia penitenziaria, che ha reso diffuso la notizia – sempre fortunatamente sventati dagli agenti della polizia penitenziaria. Questa volta, purtroppo, non c’e’ stato niente da fare. La sezione dove e’ avvenuto il suicidio e’ dislocata su due piani e l’agente, per effettuare i controlli, deve spostarsi da un piano all’altro. Di solito, a causa della carenza di personale, c’e’ un solo agente che effettua la sorveglianza”. “La Calabria soffre di gravi carenze di personale – ha affermato Damiano Bellucci segretario regionale della Calabria per il Sappe – solo a Reggio Calabria mancano 50 agenti. L’organico previsto e’ di 199 agenti ma ce ne sono circa 150”.

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here