Fucile: “Tecnico esterno? Con quali regole?”

Letture: 2672
R&B Sport

Questa giunta comunale ormai non ha più regole e agisce come se il Comune fosse casa propria e non la casa trasparente di tutti i cittadini. Rimescolare le deleghe degli assessori ha tutta l’aria di una vera presa in giro politica che non ha sortito nulla e le cui motivazioni rimangono ancora avvolte nel mistero. È sufficiente dare un’ occhiata a due recenti deliberazioni della giunta per capire qual è il metodo del sindaco e dell’esecutivo, o almeno della maggior parte di essi. Il 3 aprile 2019 la giunta comunale approva la deliberazione n. 53 “Integrazione Regolamento per la disciplina dei concorsi”. Precedentemente, in data 28 marzo 2019, con la deliberazione n. 52 lo stesso organo aveva approvato le direttive per il conferimento dell’incarico a contratto ex 110 del D.lgs 267/200. Consultando questi atti, cos’è che salta subito all’occhio? Intanto l’atto deliberativo n. 52, che ha dato le direttive, è stato pubblicato con un bel po’ di ritardo rispetto ad altre deliberazioni approvate dalla giunta lo stesso giorno. Nello stesso si legge che l’assessore Nicoletti esprime e fa scrivere a verbale il suo voto contrario. Per questo motivo l’atto è stato pubblicato in ritardo? Ma la cosa ancora più grave che commette il sindaco e la giunta è data dal fatto che questa delibera d’indirizzo dove seguire e non anticipare l’atto deliberativo (n.53 ) che ha dato le direttive e ha integrato il Regolamento dei concorsi.

Tradotto in soldoni, sono state cambiate le regole della partita a partita già iniziata. Perché sono stati dati gli indirizzi per la nomina di un tecnico esterno prima ancora di cambiare il Regolamento sull’ordinamento dei concorsi e dei servizi, così come prevede la prassi amministrativa? Siamo di fronte all’ennesimo strafalcione dell’Amministrazione comunale, oppure c’è qualcos’altro che la giunta non vuol far sapere? Il conferimento dell’incarico a contratto a un tecnico esterno è, forse, il motivo della revoca ai Lavori Pubblici dell’assessore Nicoletti che ha dichiarato di voler destinare le risorse del Personale per la stabilizzazione degli LSU, piuttosto che per la nomina di un tecnico esterno? La valutazione dei titoli approvata con la delibera n. 53, lascia forse presagire le particolarità del futuro dirigente tecnico? Vedremo come andrà a finire anche questa vicenda ingarbugliata e vigileremo, e se il caso utilizzeremo i mezzi che la legge mette a disposizione, affinché le regole siano rispettate e non solo proclamate.

FRANCESCO FUCILE