Fucile interroga il sindaco sugli scarichi di liquami nelle campagne e nei pressi di una scuola

bisignanoliquami-300x225 Fucile interroga il sindaco sugli scarichi di liquami nelle campagne e nei pressi di una scuola

In un territorio comunale molto vasto sono tante le problematiche che affliggono ora l’una ora l’altra categoria o gli stessi cittadini. In questo caso giunge una segnalazione suffragata da foto allegata, che comprova la situazione di cui lamentano genitori di alunni che frequentano il plesso di Soverano. A raccogliere le preoccupazioni della gente è il consigliere di minoranza, Francesco Fucile, il quale esprime a sua volta remore e perplessità e afferma: “L’Amministrazione comunale che si dichiara attenta alle problematiche ambientali – dichiara il consigliere Fucile – deve dimostrare di essere coerente rispetto ai propositi dichiarati su questa problematica.

Ci sono, infatti, situazioni nel nostro Comune che rischiano di danneggiare la qualità dell’ambiente e il sindaco, per le sue competenze, dovrebbe intervenire per garantire la salubrità dell’aria e la vivibilità degli ambienti che sono maggiormente esposti a queste criticità, in modo che esse non siano elemento di disturbo alla salute e alla quotidianità dei cittadini. Tutti gli allevatori che effettuano lo spandimento su suolo ad uso agricolo dei liquami, indipendentemente dalla quantità prodotta e dalla specie animale allevata, sono tenuti a munirsi di autorizzazioni dalle autorità competenti e questo spandimento deve comunque avvenire nel rispetto della legge.

Considerato le segnalazioni e le preoccupazioni che ci sono giunte da alcuni concittadini di Contrada Soverano, chiediamo al sindaco se lo spandimento di liquami sul suolo confinante la scuola e il campetto di calcetto di Soverano, viene effettuato per come prevede la normativa. Ciò perché le strutture citate sono frequentate da bambini e i genitori chiedono, e hanno diritto di sapere, la natura del liquido che viene riversato sul terreno vicino la scuola, da cui proviene odore sgradevole nelle giornate soleggiate, e se lo spargimento dello stesso viene effettuato a norma di legge. Nell’incertezza – conclude Francesco Fucile – anche noi condividiamo le legittime preoccupazioni di questi concittadini, per cui chiediamo al sindaco di verificare tale segnalazione, prima della ripresa delle attività scolastiche”.

Ermanno Arcuri
su: Nuovasibaritide

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here