Festa dell’Albero – 21 Novembre 2017 (Programma)

In occasione della “Giornata nazionale dell’albero” anche a Bisignano, con l’associazione “Fareambiente Laboratorio Verde di Cosenza” si terranno iniziative per promuovere la conoscenza dell’ecosistema boschivo.

Di seguito il programma della mattinata che prevede l’incontro delle autorità con i bambini e la piantumazione di un albero per ricordare la giornata:

festa-albero-2017 Festa dell'Albero - 21 Novembre 2017 (Programma)

Con l’art.1 della legge 10 del 2013 – La Repubblica riconosce il 21 novembre quale Giornata Nazionale degli alberi al fine di valorizzare e tutelare l’ambiente e il patrimonio arboreo. In Italia la “Festa dell’albero” fu celebrata per la prima volta già nel 1898 su iniziativa dello statista Guido Baccelli allora ministro della Pubblica Istruzione.

Dm Web di De Marco Fabrizio

1 commento

  1. Il fratello del Duce, Arnaldo, nacque a Dovia di Predappio l’11 gennaio 1885. Dagli studi agrari, Arnaldo aveva inoltre tratto una sensibilità che oggi definiremmo ecologica. Si era dedicato alla rinascita boschiva, all’organizzazione dell’agricoltura, alle bonifiche, al culto degli alberi. Sua fu l’invenzione della “Festa dell’albero” e ancora oggi in giro per Arnaldo_Mussolinil’Italia si incontra qualche “Giardino Arnaldo Mussolini”. Nominato presidente del Comitato Nazionale Forestale, nel giornale Il Bosco scriveva che “in Italia si deve generalizzare un nuovo convincimento, che io vorrei definire il culto dell’albero”, ponendo il “problema di educazione civile e di rispetto verso gli alberi”. L’8 settembre 1928, parlando ad Asiago in occasione della giornata forestale, Arnaldo affermava: “Camerati del piano e del monte! È l’ora della terra. È l’ora nostra”. “Ruralizzare l’Italia – diceva – non vuol dire riportare gli uomini della terra alla pastorizia. No! Significa bensì portare i due terzi del popolo italiano ad essere una linfa vitale e rigogliosa del tronco millenario della Stirpe. Significa portare il lavoro silenzioso e sconosciuto della terra all’altezza del concetto sovrano della vita moderna nazionale”. Il 27 novembre 1928 gli fu conferita la laurea honoris causa in Scienze agrarie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here