Ferragosto infuocato, incendi estivi servono provvedimenti mirati

Vigilia di Ferragosto,

elicotteri sorvolano borghi assolati, instancabili fanno la spola tra mare, colline e monti, a portare acqua, a spegnere i roghi che qualche specie umana ha causato.

Altro personale con autobotte rischiando la propria incolumità e senza tregua si affannano e ridurre danni a luoghi, persone e cose che le fiamme non hanno intenzione di risparmiare.

Non è colpa del fuoco ma ormai è un rito che si ripete anno dopo anno e che molti non commentano e nemmeno se ne indignano, la piromania.

Ci stiamo abituando anche a questa distruzione che nel periodo estivo manda in fumo ettari di macchia mediterranea, boschi, pinete ed alberi di ogni specie.

Le anime nere non mancano e mettono a repentaglio ambiente ed abitati provocando anche dissesti e frane.

Cambiano i paesaggi,  il nero avanza e non basta lo sfondo azzurro del mare a lenire ferite profonde del territorio che non ha il tempo di ritornare alla naturale bellezza.

Si perché tutto si ripete senza che niente e intervenga a bloccarli, nessuna azione programmata a tutelare le zone interessate.

I soldi e tanti si continuano a spendere nell’emergenza, solo la necessità smuove le dormienti istituzioni che ad ogni livello nulla sono capaci di mettere in atto.

Possibile che negli anni dove la scienza, la telematica, i controlli a distanza governano e gestiscono tutto ciò che ci circonda, non siamo ancora nelle condizioni di monitorare e controllare i territori?

Sono necessari provvedimenti mirati ed innovativi con il coinvolgimento specifico e responsabile dei Comuni ed organismi più prossimi ad ogni località, fornendo loro uomini, mezzi e risorse finanziarie, diversamente tutto rimane nell’improvvisazione ed alle mercé di sporadiche iniziative che nulla produrranno efficacemente.

La colpa non è del fuoco, sicuramente dei criminali che distruggono, ma coloro che da anni lo permettono senza proporre nulla di innovativo, ne sono complici.

Raffaele Papa
Coord. IdM Prov. di Cosenza

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here