Fammi spazio…sui camion

 

Mai più spazi vuoti sui camion con Fammispazio.it

Nasce Fammispazio.it, la piattaforma virtuale che mette in contatto chiunque abbia bisogno di spedire della merce, aziende o privati, con gli autotrasportatori, riempiendo gli spazi vuoti sui camion per farli ripartire a pieno carico.

Un’idea imprenditoriale innovativa, tecnologica e di grande impatto ambientale, ideata dalla start-up calabrese Nic srls, grazie al finanziamento pubblico del progetto Smart&Start di Invitalia(a sostegno della nascitae crescita delle start-up innovative ad alto contenuto tecnologico), che sisviluppa con un meccanismo semplice e alla portata di tutti.

Bastano pochi gesti: accedendo al portale, l’utente inserisce gratuitamente la sua richiesta specificando il tipo di merce che intende spedire. L’autotrasportatore consulta la domanda, e se interessato, invia un preventivo. L’utente valuta e confronta le diverse offerte ricevute e sceglie quella per lui più vantaggiosa. Per esempio, un privato che vuole fare un trasloco da Roma a Zurigo, andrà a pagare meno rispetto al prezzo richiesto sul mercato e l’autotrasportatore riuscirà a riempire lo spazio vuoto sul proprio camion ammortizzando i costi.

Alla base del progetto sono ben chiari gli obiettivi dei giovani imprenditori calabresi: mai più viaggi inutili con la possibilità di spedire a buon prezzo, meno corsa di mezzi pesanti, meno emissione di anidride carbonica, più attenzione per l’ambiente, sostenendo il progresso tecnologico legato all’economia digitale. Inoltre gli autotrasportatori otterranno un surplus di guadagni, intercetteranno nuovi clienti in tutta Italia ed in tutta Europa, e gli utenti avranno la possibilità di risparmiare sulle spese di trasporto merci. Un portale dinamico finalizzato ad ottimizzare il sistema di trasporto merci su gomma che punta a gestire la quotidianità in modo veloce, pratico e tecnologico.

Per info: info@fammispazio.it

Fammispazio.it è presente anche su Facebook all’indirizzo facebook/fammispazioitalia

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here