Eco distretto, nasce un comitato per il no

Letture: 910

COSTITUZIONE del COMITATO, libero, spontaneo, apartitico per il No all’Eco-distretto a Bisignano denominato “Comitato a difesa del territorio”

Il giorno 12 Maggio 2023, alle ore 17:00 si sono riuniti in Bisignano (CS) alla Via Corso Italia n.29 per la Costituzione del Comitato libero, spontaneo, apartitico per il No all’Eco-distretto a Bisignano denominato “Comitato a difesa del territorio” contro il fratellastro del Mostro.

L’iniziativa è aperta a tutti coloro i quali condividono i principi ispiratori che hanno dato vita alla costituzione del comitato e nasce dalla determinazione di allargare il più possibile la partecipazione ed informare i cittadini Bisignanesi in maniera tempestiva per contrastare l’evoluzione del progetto, garantendone la partecipazione di chiunque voglia aderire al Comitato.

L’idea posta alla base della costituzione del “Comitato a difesa del territorio” è che lo sviluppo attuale e futuro del nostro territorio comunale con forte vocazione agricola che costituisce economia primaria, debba essere basato sulla valorizzazione delle eccellenze produttive tipiche e delle bellezze storiche e culturali della nostra comunità.

Il “Comitato a difesa del territorio ” è stato costituito per esprimere la Sua contrarietà alla realizzazione dell’Eco-distretto sul nostro territorio, con l’obiettivo di coinvolgere le comunità vicine e gli organi istituzionali preposti, e rendere i cittadini edotti circa i rischi e le problematiche legate all’impatto ambientale, alla salute dei cittadini e quelli di natura sociale che genera detto impianto sul nostro territorio.

La finalità del ”Comitato a difesa del territorio” è quella di chiedere all’Amministrazione Comunale, di opporsi all’insediamento di qualsiasi impianto di gestione dei rifiuti Provinciale o Regionale. Tale intenzione è motivata soprattutto dall’esigenza di tranquillizzare i cittadini bisignanesi, dalle comunicazioni inoltrate sui social da parte dell’Amministrazione Comunale relative alla realizzazione della piattaforma rifiuti (Eco-distretto), già turbati da altre vicende che hanno interessato il nostro territorio, negli ultimi 25 anni.

“Il Comitato a difesa del territorio”