“Disservizi da record” l’opposizione attacca amministrazione Lo Giudice

Letture: 5165

E’ l’ex assessore comunale Lucantonio Nicoletti, che in queste prime settimane dell’anno, prova a fare un resoconto sui disservizi in Città.

“L ‘amministrazione comunale TARGATA dal Sindaco Francesco LO GIUDICE e dal suo VICE continuano nel difficilissimo compito di rovinare completamente questo paese… dopo che il 2019 è stato’anno dei record negativi” – esordisce Nicoletti in una nota. E da qui inizia a tirare le somme sui “record negativi del 2019” che di seguito riportiamo.

“Il servizio scuolabus è stato dimensionato; l’assistenza ai disabili non è mai partita;  La società che gestisce la Casa di Riposo è stata liquidata; Mensa scolastica iniziata in ritardo; Polo sociale solo soldi spesi; Ascensore comunale rotta da nove mesi; Consigli disertati per paura di cadere; Dipendenti comunali senza stipendio nel periodo natalizio; Paese pieno di Spazzatura; Giochi politici che hanno portato alla dimissione di 5 consiglieri; Scuole senza riscaldamento; Città che resta anche l’inverno senza acqua; Mancata stabilizzazione degli LSU-LPU; Gemellaggio con Matera mai concretizzato; Mercatini di Natale inesistenti; Centro storico abbandonato.

Ma non è tutto perchè – continua Nicoletti – “Non potevano iniziare il nuovo anno nel modo migliore continuando a negare servizi, infatti Audite audite L’asilo nido è ancora chiuso con grande disagio per tante famiglie”. Così le conclusioni di Nicoletti con la richiesta di dimissioni rivolte al Sindaco Lo Giudice: “Io mi chiedo se dopo tutto ancora hai il coraggio di continuare a fare il Sindaco e continuare a rovinare quel poco che c’è rimasto in questo paese”.

Una serie di servizi non funzionanti che hanno portato Lucantonio Nicoletti a criticare duramente l’operato dell’amministrazione di Francesco Lo Giudice. Al suo elenco di disservizi si aggiunge infatti quello di Gina Amodio, anche lei assessore di maggioranza, poi passata all’opposizione.

Lucantonio Nicoletti e Gina Amodio consiglio comunale Bisignano
I consiglieri di opposizione Lucantonio Nicoletti e Gina Amodio

“L’elenco è infinito ma altri li devo citare” – dice la Amodio: “vigili urbani assenti all’entrata e all’uscita delle scuole; carcasse di animali sulle strade; regolamenti da LORO approvati in consiglio comunale e non ancora attuati; cena solidale per screening non ancora avviati; spese fittizie per eventi; spese per studio epidemiologico (registro Tumori inattuabile); spese inutili per arredamenti stanze Municipio; fognature che sversano sulle strade; dog Park pubblicizzato e mai realizzato; progetto “adotta un’aiuola” non riuscito”.

Nei giorni scorsi Gina Amodio era invece intervenuta riguardo ad un malfunzionamento del sito internet comunale evidenziando come: “Hanno speso e continuano a spendere soldi pubblici INUTILMENTE. Circa 1.500,00 € per un sito web della Casa di Riposo non ancora attivo, circa 4.000,00 per manutenzione e aggiornamento del sito web del Comune di Bisignano. Mai aggiornato e dove ancora ci sono i nomi dei consiglieri ribelli: AMODIO, NICOLETTI E COSCHIGNANO”.

La stessa Amodio aveva invitato il sindaco ad un dibattito pubblico ma si dice ancora in attesa di risposta.