Dalla regione 220 milioni di euro contro il dissesto idrogeologico

Alluvioni, frane, smottamenti, allagamenti e inondazioni: le piogge da record che negli utlimi mesi e anni hanno colpito la Calabria hanno devastato il territorio Regionale con ripercussioni in alcuni casi drammatiche.
La risposta delle istituzioni a questi fenomeni estremi della natura è stata illustrata da cinque conferenze stampa che si sono svolte stamattina in contemporanea in ogni Provincia della Regione: si tratta di 220 milioni di €, un finanziamento da record (mai in Calabria erano arrivati così tanti soldi per combattere il dissesto idrogeologico) contro le piogge da record.

Il governatore Giuseppe Scopelliti ha partecipato a quella tenuta a Reggio Calabria a Palazzo Campanella, dove ha spiegato che la Regione e’ riuscita ad aumentare la quota destinata alla Calabria da 70 a 110 milioni di euro, a cui si aggiungono ulteriori 110 milioni dai fondi Fas, per un totale di 220 milioni. ”Questi fondi servono per poter partire e dare una risposta tempestiva al territorio”, ha spiegato, aggiungendo che ”sono soltanto un primo impegno. Ci sono anche altre risorse comunitarie che stiamo impegnando per 55 milioni di euro e siamo in trattative con il governo nazionale per un Apq purtroppo fermo per l’erosione costiera”.

L’Accordo di Programma e’ stato sottoscritto il 25 novembre scorso dal governatore Scopelliti e dal ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo e prevede l’esecuzione di 185 interventi. Il piano e’ strutturato in due sezioni. Con le risorse immediatamente disponibili (110 milioni), sara’ possibile avviare tempestivamente 88 interventi. Non appena il governo rendera’ disponibili le risorse del Fondo per le Aree Sottoutilizzate (gli altri 110 milioni), sara’ possibile avviare ulteriori 97 interventi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here