Crotone-Pescara 2-1, calabresi in corsa per la salvezza

405

— di Massimiliano Aquino

Anticipo al sabato per il Crotone nella sedicesima giornata di campionato. Dopo la delusione di San Siro contro il Milan – che ha portato a 11 le sconfitte in stagione -, i Pitagorici sono obbligati ad ottenere i tre punti nello scontro salvezza contro il Pescara, neopromossa insieme ai Calabresi. Ancora assenti gli infortunati Claiton, Mesbah, e Tonev. Squalificati invece, Crisetig e Rosi.

Primo tempo – È del Pescara la prima azione di gioco con la verticalizzazione di Verre per Pepe. I Calabresi nei primi minuti di gioco si limitano a contenere gli avversari, portandosi al tiro dalla distanza dopo 6’ con Falcinelli che vede respingersi da un compagno la conclusione verso la porta. Pericolo per i rossoblu al 9’ di gioco con l’azione di Verre e Zampano che per vie centrali, mandano al tiro Pepe che calcia sopra la traversa. Rispondono i padroni di casa al 12’ con Capezzi che sugli sviluppi di un calcio di punizione per un fallo su trotta, lascia partire un tiro deviato in angolo dal portiere Bizzarri. I Calabresi conquistano metri sul campo, e al 24’ di gioco guadagnano un calcio di rigore trasformato da Palladino, per un fallo in area con il braccio di Campagnaro. Il Pescara prova a prendere in mano le redini del gioco, ma la squadra di Nicola riesce a respingere le azioni offensive. Gli ospiti ci provano con i lancia lunghi dalla distanza, ma è ancora il Crotone ad andare vicino al gol al 39’ con il rasoterra in area di Palladino, anticipato dal provvidenziale intervento di Gyomber. Sul finale di primo tempo il Pescara potrebbe pareggiare su calcio di rigore per fallo in area di Barberis su Memushaj, ma il portiere dei rossoblu Cordaz, respinge il tiro dal dischetto di Memushaj dopo il rigore parato a Niang nella sfida contro il Milan. Termina dopo 1’ di recupero e con i padroni di casa in vantaggio la prima frazione di gioco.

Secondo tempo – Nella ripresa il Pescara prova subito ad aggredire gli avversari. Riprendono i lanci lunghi dalla distanza per gli undici di Oddo, ma la squadra Calabrese difende a pieno organico.  I ritmi si abbassano ma le ripartenze dei rossoblu mettono in difficoltà la retroguardia degli avversari. Falcinelli prova a tenere palla in zona offensiva, ma le due squadre si fronteggiano a centrocampo. Arriva al 66’ della ripresa, la prima azione da rete del Pescara con Manaj e Benali che in area di rigore non riescono a concludere verso la porta difesa da Cordaz. Al 72’ Pescara in 10 per l’espulsione di Aquilani per somma di ammonizione. Nonostante l’inferiorità numerica il Pescara continua a mantenere il possesso palla. A dieci minuti dal termine, il Crotone resta in 10 per il secondo giallo di Capezzi. In parità numerica gli ospiti trovano il gol del pareggio all’82’ con Campagnaro che di testa sfrutta al meglio l’assist di Crescenzi. Dopo 2’ Zampano commette fallo e regala un calcio di punizione agli undici di Nicola. Sugli sviluppi del calcio di punizione, il Crotone si riporta nuovamente in vantaggio con Ferrari che in mischia manda la palla in fondo alla rete. Protestano gli ospiti per la trattenuta di Ferrari su Pettinari ma il direttore di gara convalida la rete. Nei minuti finali il Pescara prova a spingersi in avanti con Zampano che al 92’ crossa in area un pericoloso traversone, ma Ferrari allontana la sfera dalla propria porta. Arriva dopo 3’ di recupero, la seconda vittoria stagionale per il Crotone di mister Nicola. Una vittoria meritata che consente ai Calabresi di abbandonare l’ultimo posto in classifica.

Crotone – Pescara tabellini

Precedenti – Crotone e Pescara si sono affrontati 18 volte in Serie B e 6 volte in Lega Pro. In 24 sfide i Calabresi hanno ottenuto 10 vittorie – 5 tra le mura amiche -, 9 sconfitte, e 5 pareggi.

Statistiche – Il Crotone ha ottenuto 1 solo punto nelle ultime due sfide casalinghe contro Torino e Sampdoria, dopo aver rischiato la vittoria con i Blucerchiati, e il pareggio con i Granata.

Crotone: Cordaz, Sampirisi, Ceccherini, Ferrari, Martella, Rohden, Capezzi, Barberis, Trotta (61’ Stoian), Palladino (86’ Salzano), Falcinelli (87’ Simy). All. Nicola.

A disposizione: 5 Festa, 95 Cojocaru, 23 Dussenne, 14 Ghaorè 77 Fazzi, 42 Sulijc, 98 Nicoletti, 92 Borello, 9 Nalini.

Pescara: Bizzarri, Zampano, Gyomber, Campagnaro, Crescenzi, Memushaj (65’ Pettinari), Brugman, Verre (53’ Manaj), Benali, Pepe (16’ Aquilani), Caprari. All. Oddo.

A disposizione: 1 Fiorillo, 26 Vitturini, 13 Zuparic, 3 Biraghi, 44 Fornasier, 5 Bruno, 6 Cristante, 30 Muric.

Stadio Ezio Scida – Crotone

Direttore di gara Damato di Barletta

Marcatori: 25’ Palladino (C) 82’ Campagnaro (P) 84’ Ferrari (C)

Ammoniti: Gyomber (P) Aquilani (P) Capezzi (C) Manaj (P) Falcinelli (C) Zampano (P)

Espulsi: Aquilani (P) Capezzi (C)

Note: Cordaz respinge rigore a Memushaj al 44’ pt.

 

Allianz Bisignano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here