Cosenza, fiera di gol contro Bovalino

Letture: 915
R&B Sport

Pirossigeno Città di Cosenza – Bovalino 9-2
Marcatori: Grandinetti (3), Marchio (2), Alex Gonzalez, Poti, Fedele
Pirossigeno: Gallo Vincenzo, Rodriguez detto Poti, Grandinetti, Grossi, Pagliuso, Canonaco, Fedele, Gonzalez detto Alex, Marchio, Del Ferraro, Savuto, Zamirton. All.: Tuoto
Bovalino: Matheus, Casagrande, Badalamenti, Martino, Crivi, Benavoli, Dias Rocha, Errante, Federico, Gelonese, Reale.

Una vittoria travolgente quella Pirossigeno Città di Cosenza nel derby casalingo con il Bovalino. 9-2 il risultato finale ampiamente meritato e che poteva anche essere più rotondo. Pirossigeno Città di Cosenza che torna a giocare dopo due settimane di stop e lo fa alla grande, anche se alla vigilia si nutriva qualche preoccupazione per la lunga inattività agonistica.
La Pirossigeno deve fare a meno di schierare Piromallo e Luan Costa, ma recupera il portiere Del Ferraro. Il Bovalino mostra un rosetr piuttosto corto come poi sottolineerà a fine gara il mister degli ospiti.
Partono di slancio i cosentini che già dai primi tocchi di gioco fanno capire di essere in palla. Tutti molto bene in partita con menzione particolare per Alex Gonzalez che ha letteralmente fatto impazzire gli avversari. Ma bravi tutti, Fedele, grande giocatore e grande capitano, Poti, meraviglioso mancino, Grandinetti, instancabile recupera palloni, Marchio, che lascia sempre la sua firma. Bravi tutti. Unica nota dolente la reazione di Del Ferraro su di un avversario che ha causato espulsione e rigore. Proprio da questo episodio che ha consentito agli avversari di portarsi momentaneamente in parità (1-1) è uscita fuori la forza mentale del gruppo rossoblù. Nessun nervosismo e grande reazione tecnica e mentale. Il punteggio tornava a segnare il vantaggio rossoblù dopo qualche minuto di battaglia (gol spettacolare di sinistro di Alex Gonzalez). Subito dopo è Grandinetti che porta il punteggio sul più tranquillizzante 3-1 con un missile che brucia le mani al portiere ospite. Il muscoloso Guido si ripete subito dopo chiudendo il primo tempo sul 4-1.
Nel secondo tempo è Marchio ad aprire le segnature, mentre il Cosenza costruisce occasioni su occasioni. La partita ha ormai poco da dire dopo il 6-1 messo a segno da Poti e i Lupi allentano la presa e il ritmo. Solo un errore in disimpegno consente, però, un altro gol agli ospiti. La Pirossigeno è ormai padrona assoluta del campo e si lascia andare a un po’ di accademia ma nonostante ciò il punteggio dilaga sul 9-2 grazie ai gol di Marchio e Poti e un autogol. Bella partita e tanta soddisfazione tra i ranghi rossoblù a fine gara.