Cosenza, addio playoff

COSENZA BEFFATO NEI MINUTI FINALI NEL MATCH CONTRO LA FIDELIS ANDRIA

 

Il Cosenza fallisce la clamorosa occasione di giocarsi l’ultima giornata ad una sola lunghezza dalla zona play off. Il match disputato contro la Fidelis Andria riserva un finale amaro ai lupi rossoblu che dopo essere andati in svantaggio, erano saliti in cattedra ribaltando il risultato sino al 3 a 1. Arriva nei minuti finali la beffa per gli undici rossoblu che negli ultimi dieci minuti, subiscono le due reti del definitivo 3 a 3. Finale di partita animato dai padroni di casa che in diverse occasioni hanno dimostrato di essere ben lontani dal fair play di gioco. Un pareggio che ad una sola giornata dal termine, peserà come un macigno in casa rossoblu considerando che qualora il Cosenza ottenga i tre punti in casa contro l’Ischia, solamente una sconfitta della Casertana contro la Paganese, consentirebbe l’accesso ai play off, essendo il Cosenza in vantaggio negli scontri diretti con i Campani. Eppure la giornata sembrava indirizzata a favore dei lupi che da 0 a 1 erano riusciti a ribaltare il risultato sino al 3 a 1, proprio quando il tabellino di Messina – Casertana, segnava il punteggio di 1 a 1 dopo il vantaggio dei Campani. Risultato vanificato nei minuti finali dalla difesa del Cosenza che dal limite dell’area di rigore, lascia calciare Cianci che batte Perina e porta il risultato finale sul punteggio di 3 – 3. Nell’ultima giornata oltre che la vittoria, ai lupi servirà l’aiuto della dea bendata per raggiungere quel traguardo distante tre punti.

Contro il Cosenza i padroni di casa guidati da Mister D’Angelo sono scesi in campo con: Cilli; Tartaglia, Fissore (Capellini 54’), Aya, Bisoli; Stendardo, Onescu, Bangoura; Grandolfo (De Vena 73’), Strambelli, Bollino (Cianci 63’).

Per il Cosenza di Mister Roselli: Perina; Corsi, Blondett, Arrigoni, Tedeschi; Di Nunzio, Criaco (Fiordilino 76’), Caccetta; Arrighini, La Mantia (Parigi 70’), Statella.

Primi minuti di gioco sottotono per entrambe le squadre;

6’ Punizione per l’Andria ma l’azione è da dimenticare;

8’ Il Cosenza si presenta in area avversaria con un cross di Statella che serve La Mantia ma il difensore Bangoura salva un gol che sembrava fatto;

14’ FIDELIS ANDRIA IN VANTAGGIO con Tartaglia che crossa in area e trova il colpo di testa vincente di Onescu;

17’ Cosenza in avanti sugli sviluppi di un calcio di punizione ma l’azione non crea pericoli alla difesa avversaria;

19’ Padroni di casa vicini al gol del 2 a 0 ma la traversa salva Perina;

24’ Tiro dal limite di Arrigoni ma la palla finisce a lato;

30’ Il Cosenza si porta in avanti con Corsi che in area serve Statella ma il tiro finisce alto;

32’ Ancora Cosenza in attacco sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Criaco che in area trova la testa di La Mantia ma la palla finisce alta sulla traversa;

36’ Ammonizione per Caccettaper un fallo su Strambelli;

40’ Tiro dalla distanza di Blondett ma la palla è fuori dallo specchio;

45’ COSENZA IN GOL con Arrighini che crossa in area per La Mantia che anticipa il difensore Tartaglia e batte a rete il gol del pari.

Il primo tempo si conclude con il risultato di 1 a 1;

46’ COSENZA IN GOL con uno strepitoso Statella che batte a rete un cross di Criaco;

50’ Il Cosenza in area con Criaco ma Bangoura in scivolata evita il terzo gol;

56’ COSENZA IN GOL con La Mantia che con un’azione al volo manda in rete un calcio di punizione battuto da Arrigoni;

60’ I padroni di casa ci provano con un tiro dal limite di Strambelli ma Perina non si fa sorprendere;

61’ Ammonizione per Corsi e Stendardo per comportamenti non regolamentari;

64’ Fidelis Andria in avanti con un calcio di punizione ma Perina è vigile tra i suoi pali;

69’ Ammonizione per  Onescu per un fallo su Statella;

71’ Allontanato dal campo per proteste Mister D’Angelo;

75’ Il Cosenza potrebbe portarsi sul 4 a 1 su un’azione in contropiede ma Parigi anziché servire uno dei suoi due compagni liberi tenta l’azione personale e vanifica l’occasione da rete;

76’ Strambelli si presenta davanti a Perina ma il tiro finisce fuori a portiere battuto;

79’ FIDELIS ANDRIA IN GOL con un tiro dal limite di Capellini;

Ultimi minuti di gioco caratterizzati dal comportamento poco sportivo dei padroni di casa;

81’ Ammonizione per Tartaglia;

Il Cosenza risponde alle provocazioni giocando a calcio e cercando il gol del 4 a 2;

90’ Il direttore di gara concede 3’ di recupero;

93’ FIDELIS ANDRIA IN GOL con Cianci che in area dopo varie ribattute sorprende Perina e segna il gol del definitivo 3 a 3.

Al termine del match Mister Roselli applaude i suoi ragazzi per la prestazione mostrata in campo: “Possiamo rimproverare tutto a questi ragazzi ma non l’attaccamento alla maglia che è massimo.  Avevamo condotto la gara bene poi gli episodi finali ci hanno condannato. La matematica non ci condanna quindi ci proveremo sino all’ultimo”.

La classifica: Benevento 69, Foggia 62, Lecce 60, Casertana 60, Cosenza 57, Matera 52, F. Andria 45, Messina 44, J. Stabia 42, Paganese 42, Akagras 39, Catanzaro 38, Monopoli 38, Catania 36, Melfi 30, M. Franca 22, Ischia 21, C. Romani 12.

Ultima giornata 07/05/2016 ore 16:00

Cosenza – Ischia;

Matera – Monopoli;

Casertana – Paganese;

Catanzaro – Melfi;

Akagras – Benevento;

Catania -Fidelis Andria;

Juve Stabia -Foggia;

Martina Franca – Messina;

Lecce – L. Castelli Romani.

Massimiliano Aquino

 

 

 

 

 

 

 

Dm Web di De Marco Fabrizio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here