Coronavirus e animali domestici: facciamo chiarezza

Letture: 1720
Cane carolina mucca

In questo clima di grande preoccupazione per l’aumento sempre più considerevole dell’epidemia coronavirus, è giusto anche diffondere una corretta informazione in merito al rapporto tra il virus in questione e gli animali da compagnia.

Secondo gli esperti, oggi l’epidemia da SARS-CoV-2 è sostenuta esclusivamente dalla trasmissione del virus tra uomo e uomo o tramite il contatto con oggetti contaminati, senza il coinvolgimento attivo di animali. “Non pensiamo che gli animali siano un vettore, né che l’uomo lo sia per loro. […] Gli animali non sono un serbatoio, semmai sono vittime – hanno dichiarato dall’OMS.

Posso contrarre l’infezione dal mio animale da compagnia?

No, al momento non vi è alcuna evidenza scientifica che gli animali da compagnia, quali cani e gatti, abbiano contratto l’infezione o possano diffonderla. “Gli animali non trasmettono il coronavirus – dice l’Ong – e va tutelato il loro ‘bene salute’, questo è chiaramente scritto nel decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Anche il commissario per l’emergenza della Protezione Civile Angelo Borrelli, ha voluto lanciare un appello speciale per i cani.
“Da più parti ci arrivano segnalazioni di abbandoni di animali domestici, e questa è una cosa deprecabile. In nessun modo è stata dimostrata la possibilità di diffusione del contagio tra i cani e le persone“.

Gli unici essere viventi che possiamo abbracciare

“Abbracciarli non è un pericolo perché cani e gatti, e tutti gli animali domestici, non trasmettono il coronavirus e non possono esserne contagiati”. E’ quanto assicurato da Marco Melosi, presidente dell’associazione nazionale medici veterinari, l’Anmvi al Corriere. “Sono una certezza in un periodo in cui non possiamo nemmeno stringerci la mano. Sì coccole ai nostri amici, ricordandoci di lavare le mani dopo averci giocato. Non per il rischio legato al coronavirus ma perché è una regola che ormai dobbiamo seguire sempre”.

Ecco alcune domande e risposte utili ai proprietari:

Posso uscire all’aperto con il mio cane?
Sì, fare una passeggiata con il nostro cane è necessario per il suo benessere. Sempre stando molto attenti alle regole sanitarie e considerando che la passeggiata deve avvenire nelle vicinanze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario.

Posso portare il mio animale dal veterinario?
In caso di emergenza si configura lo stato di necessità, quindi è possibile (sempre avendo in tasca l’autocertificazione) portare il proprio animale dal veterinario se c’è qualche problema.
Si suggerisce di contattare telefonicamente prima il veterinario per verificare l’apertura dell’ambulatorio.

C’è pericolo per le scorte di cibo?
L’Enpa ha chiarito che “la circolazione delle merci e la loro produzione non ha subito alcuna limitazione. Non c’è pertanto alcun timore in merito alla disponibilità, anche in futuro, di pet food”.

Posso segnalare un animale vagante ferito o in difficoltà?
Si deve segnalare! Per il Ministero della Salute, il soccorso o il recupero di animali vaganti o feriti è una prestazione “indifferibile”. Quindi nel caso in cui ci fosse un animale vagante o ferito bisogna assolutamente segnalare il caso alla Polizia Municipale precisando che secondo il Ministero della Salute, il soccorso o il recupero è prestazione “indifferibile” e non può quindi passare in secondo piano.

Per maggiori informazioni ricordiamo di visitare il sito del Ministero della Salute e per qualsiasi problema legato ai vostri amici a quattro zampe, suggeriamo sempre di contattare il vostro veterinario.

Inoltre ricordiamo che l’associazione Lav ha attivato un front desk ([email protected] – 06.4461325) a cui rivolgere domande sulle ripercussioni dei provvedimenti per contrastare il Coronavirus e il necessario accudimento degli animali. Inoltre, se vi preoccupa la salute del vostro animale, e al momento non vi è possibile contattare il vostro veterinario in zona, segnaliamo dei servizi online attraverso video consulto come il sito Vetonline24.com.

Come abbiamo visto, ancora una volta gli animali si rilevano importanti per le famiglie. Sono per molti l’unica compagnia dentro casa e portarli a spasso per 10 minuti ogni tanto, è motivo di relax. Ricordiamoci di farlo però, con tutte le precauzione e senza allontanarci da casa.
Prenditi cura di loro, come tu prendi cura di te!