Convento ancora chiuso. Spariscono pure i frati?

È grave quello che sta succedendo a Bisignano e che ruota attorno al convento di Sant’Umile, ancora chiuso dopo gli smottamenti che hanno interessato la città ai primi di quest’anno e che non hanno risparmiato nemmeno il luogo sacro. Il convento, infatti è interessato a una frana ed è stato chiuso con ordinanza del sindaco e dei vigili del fuoco. Già in questi giorni si susseguono le petizioni, le interrogazioni e le prese di posizioni dopo che i Frati minori, alloggiati nella struttura del centro Com della protezione civile, dove celebrano anche messa, avevano annunciato che non avrebbero fatto la tradizionale processione del Santo di fine agosto. Ora, la situazione già tesa si fa incandescente visto che trapelano notizie, non confermate dall’ufficialità che i Frati non avrebbero nemmeno formato la loro famiglia su Bisignano. Ogni tre anni, erano infatti in scadenza, si rinnovano le presenze dei frati sul territorio, le famiglie che guideranno i conventi per il futuro triennio. L’insediamento delle nuove famiglie è previsto sempre per i primi di settembre anche se le decisioni vengono assunte fra fine giugno e i principi di luglio.

Rino Giovinco
su Gazzetta del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here